A circa un anno dal rilascio dell’ultima versione Docfa 4.00.3, che si è resa necessaria per l’aggiornamento della procedura sul tema imbullonati, è già in previsione una nuova versione del software per l’aggiornamento del catasto fabbricati.

Il nuovo software, Docfa 5, è già pronto e in fase di sperimentazione presso gli uffici dell’Agenzia del Territorio. Non sarà l’ennesimo aggiornamento del programma così come tutti lo conosciamo, ma una cosa del tutto diversa: un’evoluzione dell’attuale software.

Docfa 5: come funzionerà?

Non si tratterà infatti di un programma da scaricare e installare sul proprio pc, ma di una sorta di cloud che permetterà ai tecnici di compilare gli atti di aggiornamento catastale direttamente online. Come funzionerà quindi la nuova versione?

Per prima cosa è necessario scaricare e installare sul proprio computer la “Scrivania del Territorio”, già disponibile dal sito dell’Agenzia delle Entrate, che rappresenta un’unica interfaccia che permetterà ai tecnici di gestire direttamente le pratiche tramite l’autenticazione dell’utente ai servizi telematici, il reperimento delle informazioni necessarie dalla banca dati, la compilazione e la trasmissione per via telematica del documento attraverso il portale Sister.

Successivamente saranno progressivamente rilasciate le nuove versioni dei software Docfa, Pregeo, Docte e Voltura, che consentiranno ai tecnici di dialogare direttamente con la Scrivania.

Al momento, l’unico software scaricabile è Unimod online, per la compilazione del Modello Unico da inviare per l’aggiornamento del registro e delle titolarità del sistema di pubblicità immobiliare e catastale, mentre per il download del nuovo Docfa non ci resta che attendere il rilascio ufficiale della nuova versione da parte dell’Agenzia del Territorio.

Ti potrebbe interessare anche

Nuove rendite catastali: se va in porto la Riforma del Catasto come verranno calcolate?

Fino a quel momento, si userà il Docfa 4.00.3. Serve un vademecum su come trattare i possibili casi con Docfa 4.00.3? Ecco un libro che spiega come installare il software e come compilare in maniera generale un documento:

DOCFA 4.00.3 e il catasto fabbricati

DOCFA 4.00.3 e il catasto fabbricati

I. Milazzo, 2016, Maggioli Editore

Lacronimo DOCFA non altro che labbreviazione di DOcumento Catasto FAbbricati. Sono passati ben quattordici anni da quando usc la prima versione DOCFA 1.0 trasmessa agli uffici in data 12 novembre 1996 e lAgenzia del Territorio ha fatto da allora passi da gigante, creando una banca dati...




1 COMMENTO

  1. In caso di mancanza temporanea della rete internet il professionista non può lavorare, visto che il software non si scaricherà sul proprio pc?

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here