Martedi scorso, il 22 marzo, è stato pubblicato il nuovo regolamento sull’autorizzazione paesaggistica che amplia gli interventi di lieve entità che non hanno bisogno di autorizzazione preventiva o che hanno bisogno di un’autorizzazione semplificata.

Il nuovo Regolamento definisce 42 interventi semplificati (allegato A) e alza a 31 il numero di interventi esonerati dall’autorizzazione paesaggistica (allegato B). Il decreto è ai sensi dell’art. 12 del decreto-legge n. 83 del 2014, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 106 del 2014, come modificato dall’art. 25 del decreto-legge n. 133 del 2014, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 164 del 2014”.

Tra i 42 interventi semplificati e tra i 31 liberi, ce ne sono alcuni che saranno utili per la primavera iniziata da poco e per l’estate, sia per i privati, sia per gli esercizi pubblici che si servono di strutture stagionaeli, fuori casa o all’esterno dell’esercizio.

Tra i 42 semplificati

Tra i 42 interventi semplificati, ecco gli interventi utilizzabili in primavera e in estate.

Installazione di impianti come condizionatori, caldaie, parabole effettuate su posizioni visibili dallo spazio pubblico. Oppure relativi a i beni vincolati dal punto di vista storico.

Realizzazione di tettoie, chioschi da giardino, porticati di natura permanente con superficie non superiore a 30 mq oppure di manufatti con volume fuori terra non superiore a 30 mc.

Realizzazione di dehors tali da configurare spazi chiusi funzionali a negozi, ristoranti, bar, attività per lo sport e il tempo libero.

Tra i 31 liberi, ecco quelli utili per la stagione

Tra i 31 interventi liberi, ecco gli interventi utili in primavera e in estate.

Installazione di strutture temporanee senza fondazioni per eventi o per esposizione e vendita per il solo periodo delle manifestazioni (max 120 giorni).

Installazioni esterne a corredo di negozi, ristoranti, bar, attività per lo sport e il tempo libero. Esempi: tende, pedane, elementi ombreggianti privi di parti in muratura o di ancoramento stabile al suolo.

Interventi su impianti idraulici agrari privi di valore storico. Altri esempi installazione di serre mobili, palificazioni, pergolati, manufatti per ricovero attrezzi inferiori ai 5 mq senza fondazione. Interventi di manutenzione e realizzazione di muretti a secco ecc.

Installazione di tende parasole su terrazze o spazi pertinenziali privati.

Montaggio e smontaggio periodico di strutture stagionali già autorizzate.

Autorizzazione paesaggistica, l’ebook

L’ebook è la guida agli interventi esonerati dalla autorizzazione paesaggistica e agli interventi sottoposti alla procedura di autorizzazione semplificata, a seguito delle novità del d.P.R. n. 31/2017. Contiene la tavola sinottica della tipologia di intervento dell’Allegato “A” e dell’Allegato “B” al d.P.R. 13 febbraio 2017, n. 31.

Autorizzazione paesaggistica semplificata

Autorizzazione paesaggistica semplificata

Valeria Tarroni, 2017, Maggioli Editore

Il d.P.R. 13 febbraio 2017, n. 31 “Regolamento recante l’individuazione degli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata” abroga e sostituisce il Regolamento recante il procedimento semplificato di...




Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here