In seguito all’annullamento di un emendamento al Jobs Act Autonomi, chi ha perso un genitore che faceva il libero professionista pagherà più tasse rispetto a chi ha avuto lo stesso lutto ma il genitore era un dipendente. Si tratta in tutto di circa 230 euro all’anno.

Che fine ha fatto il Jobs Act Autonomi?

La vicenda

In favore dei figli di genitori deceduti, nella Legge di Bilancio 2017 è prevista l’esclusione – fino a un massimo di 1.000 euro – delle quote di pensione dal reddito imponibile ai fini Irpef, ma solo per i lavoratori dipendenti, pubblici, privati o per quelli iscritti alla Gestione separata dell’Inps. Non c’è nessun riferimento agli iscritti presso gli altri Enti di previdenza obbligatoria.

Si tratta di una disparità di trattamento. Nel tentativo di eliminarla è stato presentato un emendamento al Disegno di legge Jobs Act Autonomi. L’emendamento è stato dichiarato inammissibile dalla Commissione Lavoro della Camera dei Deputati.

 

Però leggi anche…

Jobs Act Autonomi a rischio. Quali dovrebbero essere i tempi di approvazione?

Il presidente dell’associazione delle Casse dei professionisti Alberto Oliveti chiede al Presidente e a tutti i componenti della Commissione Lavoro della Camera di ristabilire parità di diritto tra i cittadini. Non possono esistere orfani di serie A e orfani di serie B.


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here