In tema di formazione professionale continua, il Consiglio nazionale dei geometri ha emanato la circolare prot. n.449 del 13 gennaio 2017, avente ad oggetto l’attribuzione di CFP che il professionista può acquisire in seguito a progetti di alternanza scuola-lavoro, come previsto dalla legge 13 luglio 2015 n. 107.

All’interno dei progetti di alternanza scuola-lavoro, il geometra può assumere il ruolo di tutor interno o tutor esterno. Per questi ruoli, possono essere attribuiti 3 CFP alla settimana, arrivando a un massimo di 18 CFP nel triennio.

I crediti saranno attribuiti CNGeGL Non conta, per l’attribuizione di più o meno CFP, il numero degli studenti coinvolti.

Formazione continua per Architetti…

Il CNAPPC ha pubblicato le nuove linee guida per la formazione architetti, dove sono elencate tutte  le regole in vigore sull’aggiornamento professionale obbligatorio. Come anticipato, i crediti da conseguire, anche per il triennio 2017-2019 saranno 60, e non 90… Continua a leggere l’articolo.

GUIDA ALLA PROFESSIONE DI GEOMETRA

GUIDA ALLA PROFESSIONE DI GEOMETRA

Emilio Niglis De Lutiis, 2016, Maggioli Editore

Il manuale, utile supporto per la preparazione ottimale agli esami di Stato per l’abilitazione alla professione, è anche un utile strumento di consul- tazione per la pratica professionale, trattando le varie competenze del geometra sia dal punto di vista teorico che operativo. Tutti...



… e per Ingegneri

Anche la formazione professionale continua per gli ingegneri è un tema sempre al centro del dibattito. Nello specifico caso degli ingegneri… Leggi l’articolo.


2 Commenti

  1. Sono un apprezzato e competente docente della formazione nei CFP.
    Quindi quello che affermo nasce da una profonda conoscenza delle varie realtà professionali!
    Orbene devo annunciare che a livello sociale e familiare il problema delle elettrovalvole è sconosciuto o meglio lo conoscono plicemente per sentito dire. In simile realtà tale innovazione non avrà lo sviluppo che si meritava, difficilmente potra’ per ora produrre i risultati attesi. Appare che nel migliore dei casi verranno installate queste elettrovalvole producendo scarsi sviluppi. Meditate esperti ed operatoti: manca info qualificata.

  2. I Crediti formativi prfesionali e quindi l’obbligo di aggiornamnto era stao introdotto per garantire che i professionist si aggiornasseroe quindi garantissero ai clienti una prestazione di “qualità”.
    Il riconoscimento di 3 crediti formativi ai tutor per scuola lavoro sembra obbedire ad altra logica: ovvero a quella di premiare chi esegue un lavoro sgradito.
    Comunque non aumenta di certo, nè la professionalità nè l’aggiornamento del professionista.
    Allora, cortesemente qualcuno mi spighi che ci azzecca come direbbe Di Pietro.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here