partenariato pubblico privato dopo il d.lgs. 50/2016

Le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni e il Sisma Bonus sono rimasti in sospeso. Rappresentano i due provvedimenti con cui l’Italia deve fronte all’emergenza terremoto, ma ancora non sono pronti.

Leggi anche Nuove NTC 2017: via libera dalla Conferenza Unificata Stato Regioni

Perché le NTC sono tanto importanti per la messa in sicurezza dei nostri edifici? Lo dice il Capitolo 8 (scarica qui il capitolo 8 delle NTC), che riguarda gli edifici esistenti e che stabilisce per la prima volta che gli edifici “vecchi” non dovranno rispettare gli stessi criteri di sicurezza del nuovo: l’allineamento delle due discipline rende impossibili le operazioni di messa a norma, per motivi economici o per l’eccessiva complessità dell’intervento.

NTC: cosa è successo e cosa succederà

La Conferenza Unificata ha dato via libera al testo uscito dal Consiglio superiore dei lavori pubblici a novembre 2014. Questo testo aveva poi affrontato un iter di “aggiustamento” molto lungo, dopo il quale sembrava mancare solo la procedura di comunicazione (della durata di 2 mesi) a Bruxelles.

Le Nuove Norme Tecniche Costruzioni NTC e relativa circolare esplicativa dovevano arrivare in Gazzetta entro la fine del 2016 ma non è successo.

Il 22 dicembre 2016 la Conferenza Unificata Stato Regioni ha dato il proprio via libera al testo della bozza delle nuove NTC

SCARICA IL TESTO INTEGRALE DEL PARERE DELLE REGIONI SULLE NUOVE NTC

Il Ministero delle Infrastrutture deve ora raccogliere le ultime opinioni, poi inviare tutto al Ministero dello Sviluppo Economico e poi all’Unione Europea. Nella precedente versione delle NTC Bruxelles chiese alcune correzioni. Se lo facesse anche stavolta, il Ministero delle Infrastrutture dovrebbe intervenire sul testo, allungando ancora di più i tempi. Non è sicura, dunque, la pubblicazione delle NTC entro marzo 2017.


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here