Home Permessi edilizi Catasto Catasto terreni, Pregeo 10 si rinnova oggi: ecco le novità

Catasto terreni, Pregeo 10 si rinnova oggi: ecco le novità

2710
rustici e casali

A partire da oggi, 19 dicembre, Pregeo 10, software utilizzato per l’aggiornamento del Catasto terreni, si rinnova per rendere più semplice la predisposizione degli atti di aggiornamento cartografico dei tecnici professionisti: l’Agenzia delle Entrate, con la Circolare 44/E del 14 dicembre 2016, illustra le nuove funzionalità della versione 10 di Pregeo.

Ecco le principali novità:

download da web degli archivi della Tabella Attuale dei Punti Fiduciali (TAF) e delle Mutue Distanze misurate tra Punti Fiduciali (DIS);
export nel formato di interscambio “Autodesk DXF” dei risultati dell’elaborazione di un libretto delle misure;
– procedura per importare i dati misurati con tecnologia satellitare GPS nei formati di export dei software di post processing dei ricevitori satellitari più usati (Leica,Trimble, Topcon);
– possibilità di verificare la corretta corrispondenza tra l’identificativo letterale assegnato alle particelle derivate nel modello per il trattamento dei dati censuari e la relativa superficie con gli identificativi assegnati nella proposta di aggiornamento, con la possibilità di modificare, se necessario, l’identificativo letterale provvisorio nel modello censuario;
– possibilità visualizzare graficamente l’estratto di mappa nel formato raster sovrapposto allo schema del rilievo sul terreno; lo schema del rilievo sul terreno sovrapposto all’Estratto di mappa nel formato alfa-numerico; i valori delle grandezze misurate indirettamente.

Pregeo 10: le nuove istruzioni

Nella Circolare, l’Agenzia delle Entrate fornisce istruzioni agli uffici e dà le regole per la predisposizione di particolari atti di aggiornamento da parte dei professionisti.

Orto immagini

A partire dal 2016, nel sistema informatico del Catasto terreni sono disponibili le orto-immagini di nuova generazione, con una risoluzione maggiore. Gli uffici dovranno realizzare un confronto tra la rappresentazione cartografica dello stato dei luoghi riprodotta nella proposta di aggiornamento e lo stato dei luoghi interpretabile dalle orto-immagini citate. Se emergono differenze, i funzionari degli uffici dovranno collaudare successivamente l’atto di aggiornamento.

Rilascio della mappa digitale

Per il rilascio dell’estratto di mappa digitale o per l’approvazione di atti d’aggiornamento in via telematica, in esenzione dei tributi speciali catastali e/o dell’imposta di bollo, non è obbligatorio allegare nessuna documentazione: basterà la dichiarazione del tecnico professionista che, al momento della richiesta del servizio, indica la norma che consente l’esenzione.

Periodo transitorio

Per assicurare una transizione graduale, la vecchia versione del software rimarrà comunque disponibile fino al 28 aprile 2017.

Ti potrebbe interessare anche

Vince il Catasto digitale: le Entrate interrompono l’archiviazione cartacea

Prontuario tecnico dei Punti Fiduciali

Prontuario tecnico dei Punti Fiduciali

Costituire un Punto Fiduciale è un processo che riguarda diverse competenze: quella del professionista tecnico, che propone, e quella dell’Agenzia dell’Entrate –Territorio, che convalida e, successivamente, pubblica le informazioni relative.

Almeno una volta ogni Topografo si è imbattuto in un Punto Fiduciale (PF) inattendibile, per la descrizione o per i valori riportati, obbligandolo a riconsiderare il lavoro fino ad allora svolto, correggendo, integrando, sostituendo la scheda monografica presente in banca dati. Questo prontuario fornisce gli strumenti necessari al professionista per operare correttamente nella pratica quotidiana, costituendo, confermando e correggendo gli errori che possono verificarsi sui punti fiduciali.

L'opera guida il lettore passo per passo, partendo dalla norma e dalla progettazione di un rilievo, fino ad arrivare a una vera e propria guida al punto fiduciale con una raccolta completa di fotografie di esempi, l'illustrazione di casi pratici e della relativa risoluzione fino ad arrivare alla spiegazione di utili artifizi per concludere con successo il rilievo in campagna.


Mario e Tommaso Repele, padre e figlio, geometri liberi professionisti, continuatori dell’attività di Uberto fondatore dello Studio Tecnico Repele nel 1952, con interessi alla Topografia in genere ed in particolare all’aspetto catastale. Operano in Veneto.

Leggi descrizione
M. Repele - T. Repele, 2016, Maggioli Editore
12.90 € 10.97 €

Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here