Sembra che ci siano segnali positivi per il mercato immobiliare della casa in Italia: nel mese di ottobre 2106 la domanda di abitazioni ha registrato una crescita del 4,7% rispetto all’inizio dell’anno. In parallelo, continua il processo di stabilizzazione dei prezzi (-0,7%).

Per il 2017 si prevede ancora una crescita degli scambi e una stabilizzazione delle quotazioni. Attualmente il valore medio di vendita al metro quadro è pari a circa 1.900 euro, con un calo del 18,5% in 10 anni.

Negli ultimi dieci mesi è in cresciuta la domanda in tutte le grandi città prima di tutto a Campobasso (+7,4%), un po’ meno a Roma (+6,3%), Napoli (+5,9%) e Torino (+5,9%).

“Il confortante aumento della domanda di abitazioni in acquisto su tutto il territorio nazionale, fa ben sperare che il 2017 si confermi come il terzo anno consecutivo di crescita degli scambi” commenta il responsabile del centro studi di Casa.it, Alessandro Ghisolfi. “Le conferme di un mercato più equilibrato arrivano anche dall’andamento dei prezzi di vendita che a livello nazionale sembrano aver ormai innescato un processo di stabilizzazione che mancava da tempo”.

Prezzi medi di vendita

A propostito di domanda, i prezzi medi di vendita tra gennaio e ottobre 2016 sono in crescita a Bologna, Napoli e Trieste (+2,1%). Soffrono di più Potenza (-3,6%), Venezia (-3,5%), Cagliari (-2,8%) e Genova (-2,6%).

Milano resta la città più cara d’Italia: 3.900 euro al metro quadro. Segue Firenze (3.780), Roma (3.650) e Venezia (3.350). Le più economiche sono Catanzaro (1.300), Potenza e Perugia (1.600 /mq).

Potrebbe interessarti anche

Mercato immobiliare, continuano a scendere i prezzi (luglio 2016)


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here