Home Edilizia Nuove NTC, il NO secco dei Geologi

Nuove NTC, il NO secco dei Geologi

576

Il Consiglio superiore dei lavori pubblici sta ancora lavorando sulle Nuove Norme tecniche per le Costruzioni e circolare interpretativa. Le nuove Ntc sono arrivate in Conferenza Stato Regioni. Dopo il via libera, servirà solo una comunicazione formale a Bruxelles e le nuove NTC (assolutamente necessarie anche dopo i terremoti di agosto e ottobre) potranno essere pubblicate in via definitiva ed entrare in vigore, comunque entro la fine del 2016. Previsto un periodo transitorio.

Leggi Nuove Norme tecniche per le Costruzioni ultima revisione dell’Interno e della Prtotezione civile: il testo.

Nuove NTC: le critiche dei Geologi

Ma non tutti sono d’accordo sul testo che sta circolando. Le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni NTC “non rappresentano un idoneo strumento per la prevenzione e la messa in sicurezza del già fragile territorio nazionale”: è l’opinione del Consiglio Nazionale dei Geologi.

Il Consiglio Nazionale dei Geologi e la Comunità scientifica geologica italiana a ottobre hanno rilevato una contrapposizione tra le nuove NTC e la messa in sicurezza del territorio.

Al contrario di ciò che succede all’estero, nelle nuove NTC la progettazione non tiene conto del modello geologico, geologico stratigrafico e sismo stratigrafico.

La fase di esplorazione del sottosuolo è suddivisa in un momento geologico e uno geotecnico. Dovrebbe essere contenuta in un unico piano delle indagini geognostiche e delle prove geotecniche.

La risposta del Governo

Il sottosegretario per le Infrastrutture e i Trasporti, Umberto Del Basso De Caro, in fase di risposta ha assicurato che il Consiglio Superiore dei lavori pubblici ha nominato una commissione, formata anche da geologi e geotecnici, per valutare i rilievi sollevati.

Le Nuove NTC: Cosa cambia?

Le nuove Ntc considerano al capitolo 8 sugli edifici esistenti in casi di adeguamento sismico e miglioramento. Gli adeguamenti sismici sugli edifici esistenti diventeranno più facili, anche se solo in alcuni casi, cioè per gli interventi localizzati, vale a dire quelli per cui non è necessario mettere mano alla struttura.

Ci sono poi quattro casi per i quali è obbligatorio l’adeguamento globale alla normativa antisismica:
1 – la sopraelevazione,
2 – l’ampliamento,
3 – gli interventi strutturali che modificano la costruzione
4 – gli interventi strutturali che modificano la variazione di classe e la destinazione d’uso con aumento dei carichi superiore al 10 per cento. Continua a leggere.. Norme Tecniche e adeguamento sismico: ecco cosa cambia

Si attende ora il testo delle Nuove NTC, prima della fine dell’anno.


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here