La priorità per il progetto di bonifica amianto edifici pubblici verrà data ai progetti vicini alle scuole, ai parchi gioco, alle strutture di accoglienza, agli ospedali e agli impianti sportivi. La novità sullo smaltimento amianto è contenuta nel decreto firmato nei giorni scorsi dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

Siamo a buon punto, perchè in Gazzetta sono stati pubblicati i criteri per l’assegnazione dei fondi, in tutto 17,5 milioni, ripartiti così:
–  5,536 milioni di euro per il 2016
– 6,018 milioni per ciascuno degli anni 2017 e 2018

Il fondo per la progettazione degli interventi di rimozione amianto è stato istituito dal  “Collegato Ambientale”.

Negli edifici pubblici saranno svolti interventi di bonifica amianto e cemento-amianto presente in coperture e manufatti.

Spiega il Ministro Galletti: “La battaglia contro l’amianto è lunga: la nostra risposta sono nuove risorse, più progettualità, la trasparenza su un pericolo spesso nascosto e dunque ancor più pericoloso per le persone”.

Amianto: Guida pratica per la gestione dei manufatti

Amianto: Guida pratica per la gestione dei manufatti

M.C. Di Cosimo, 2015, Maggioli Editore

La presenza di amianto o di materiale contenente fibre di amianto sul territorio, a causa del massiccio impiego che ne stato fatto nel secolo scorso, costituisce una problematica storica di particolare rilievo visto il prezzo che stato pagato in termini di vite umane impegnate nella...



 

Modalità di concessione dei contributi

Tra i criteri di priorità per lo rimozione amianto:
– collocazione in un raggio al massimo di 100 metri da asili, scuole, parchi giochi, strutture di accoglienza, ospedali e impianti sportivi
– la presenza di un progetto definitivo o cantierabile attuabile in 12 mesi
– esistenza di una segnalazione da parte degli enti di controllo sanitario o di tutela ambientale
– collocazione in un sito d’interesse Nazionale
– presenza nella mappatura dell’amianto.

Condizione necessaria è che il progetto sia corredato da relazione tecnica, documentazione che attesti la presenza di materiali contenenti amianto, computo metrico dettagliato dei costi di bonifica e quadro economico riepilogativo.

I contributi saranno concessi in proporzione tra il 50 e il 100% del costo, al netto dell’Iva. Il Ministero dell’Ambiente stilerà una graduatoria delle richieste ammesse al contributo e relativa percentuale di ammissione, secondo criteri di priorità. La graduatoria sarà fatta anno per anno.

 

Centralità delle scuole

Una specifica dotazione per la bonifica amianto verrà prevista per le scuole.

C’è infatti un progetto pilota di telerilevamento attraverso cui mappare in modo preciso l’amianto negli edifici scolastici, cominciando da tre province: Alessandria, Pisa e Salerno.

Per approfondire: Mappatura amianto tramite droni: come tutelare gli edifici scolastici

È stato firmato dal direttore per la Salvaguardia del Territorio e delle Acque del ministero dell’Ambiente Gaia Checcucci e la coordinatrice della Struttura di missione per la riqualificazione dell’edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio, Laura Galimberti.

 

La riqualificazione energetico-ambientale degli edifici scolastici

La riqualificazione energetico-ambientale degli edifici scolastici

Pepe Domenico, Rossetti Massimo, 2014, Maggioli Editore

Questo nuovo volume presenta un ampio repertorio di ristrutturazioni e ampliamenti di edifici scolastici orientati alla riduzione del fabbisogno energetico. I criteri alla base della selezione dei progetti sono stati il grado di efficienza energeticadell’edificio,...



Progetti di scuole innovative

Progetti di scuole innovative

Domenico Pepe, Massimo Rossetti, 2016, Maggioli Editore

Il settore delledilizia scolastica tra i pi importanti nel panorama dellarchitettura contemporanea, soprattutto in Italia. qui che la necessit di un radicale ripensamento delle strutture adibite ad attivit formative si sta mostrando in tutta la sua urgenza. Se, infatti, ormai evidente...




Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here