Home in evidenza Trasparenza Ordini professionali, scadenza rinviata al 23 dicembre 2016

Trasparenza Ordini professionali, scadenza rinviata al 23 dicembre 2016

532

Dall’Anac (Autorità anticorruzione) arrivano altre precisazioni sull’applicazione della normativa sulla trasparenza Ordini Professionali e Collegi, precisazioni che tengono conto di quanto previsto dal d.lgs. 97/2016 correttivo del decreto legislativo n. 33/2013 e della legge n. 190/2012.

Ricordiamo che nell’art. 2 bis, co. 2, lett. a) del d.lgs. 33/2013 si chiarisce che il regime della trasparenza previsto per tutte le pubbliche amministrazioni si applica anche agli Ordini professionali “in quanto compatibile”.

Il comma 1 bis dell’art. 3 del d.lgs. 33/2013 ha previsto che l’Autorità, con il Piano nazionale anticorruzione, “può precisare gli obblighi di pubblicazione e le relative modalità di attuazione in relazione alla loro dimensione organizzativa e alle attività svolte prevedendo modalità semplificate per i Comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti, per gli ordini e i collegi professionali.”.

L’art. 42 del d.lgs. 97/2016 stabilisce che le amministrazioni e gli enti hanno sei mesi per adeguarsi alle novità del decreto in materia di trasparenza. Nel PNA approvato dall’Autorità il 6 luglio 2016 si prevede che, nel periodo transitorio, cioè fino al 23 dicembre 2016, l’attività di vigilanza dell’ANAC tratterà di obblighi di trasparenza non modificati dal d.lgs. 97/2016, salvo riprendere, anche per gli altri, dopo questa data.

Ti potrebbe interessare:

Anticorruzione e trasparenza: le richieste dei professionisti tecnici

Trasparenza negli Ordini Professionali

Prima di tutto, per quanto riguarda la prevenzione della corruzione negli Ordini Professionali e nei Collegi professionali, si richiama l’approfondimento specifico del PNA 2016 nel quale si definiscono gli obblighi sulla necessaria adozione del Piano triennale che comprende l’attuazione delle misure e degli obblighi di trasparenza.

Per gli ordini e i collegi professionali, il Consiglio dell’Autorità, con la delibera n. 380 del 6 aprile 2016 aveva deciso di differire il termine ultimo degli adempimenti disposti da ANAC nei loro dal 31 marzo 2016 fino all’entrata in vigore delle disposizioni correttive del d.lgs. 33/2013.

Sempre per gli ordini professionali, considerando il d.lgs. 97/2016, il contenuto del PNA e l’adozione delle Linee guida da parte di ANAC, il termine del 31 marzo 2016 è da differito ancora, fino al 23 dicembre 2016.

Leggi anche Trasparenza Appalti Pubblici: PA libro aperto grazie al FOIA


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here