Home Permessi edilizi Attività Edilizia Libera Riforma Madia, SCIA 2: quando è attività edilizia libera?

Riforma Madia, SCIA 2: quando è attività edilizia libera?

15228

Il Decreto sulla SCIA 2, che fa parte della Riforma Madia ed è stato approvato dal Governo, individua il titolo abilitativo richiesto per ogni intervento edilizio. Il testo  è stato bollinato dalla Ragioneria Generale dello Stato.

SCARICA IL TESTO DEL DECRETO SCIA 2 APPROVATO DAL GOVERNO

Approfondiamo il capitolo sulle attività di edilizia libera. Nessuna comunicazione andrà fatta per le strutture temporanee.

Sono attività edilizia libera:

– la realizzazione delle rampe (che nel testo vigente richiede la CIL)
– le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee da rimuovere dopo 90 giorni.
– pavimentazioni e la finitura degli spazi esterni
– installazione di pannelli fotovoltaici sugli edifici (sempre che non riguardi le zone A)
– realizzare i parchi giochi e gli elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.

Per alcuni interventi può esser necessaria la CILA, se si installano ascensori esterni. Le pagine 88-92 della bozza di decreto approvata dal Governo sono dedicate all’attività edilizia libera e ai casi in cui è necessario acquisire preventivamente un diverso titolo di legittimazione.

SCARICA L’ESTRATTO dal decreto SCIA 2 DEDICATO ALL’ATTIVITA’ EDILIZIA LIBERA

Approfondisci:

Lavori edilizi 2016: quando serve CIL, CILA o SCIA (e quando nulla)

Riforma Madia, testo SCIA 2 approvato dal Governo: i permessi richiesti per tutti gli interventi

Ti potrebbe interessare

La disciplina edilizia e paesaggistica dopo il c.d Madia SCIA 2 e il d.P.R. 31/2017

La disciplina edilizia e paesaggistica dopo il c.d Madia SCIA 2 e il d.P.R. 31/2017

Interpretare e padroneggiare la disciplina edilizia, urbanistica e ambientale è diventato un lavoro dif- ficile e “pericoloso”. Non basta, infatti, possedere le giuste cognizioni tecniche e adottare quella che il codice civile chiama la cura “del buon padre di famiglia”, occorre conoscere nel dettaglio anche la normativa e le formalità che le stesse richiedono. Questo tipo di conoscenza è fondamentale per l’operatore della P.A. e per il tecnico privato: l’opera di Claudio Belcari costituisce un riferimento indispensabile a tal fine. Infatti, non solo il manuale è aggiornato allo stato dell’arte normativo (decreto SCIA 2, glossario dell’attività edilizia libera, d.P.R. 31/2017, ecc.) ma ne fa una trattazione ragionata con un approfondimento specifico dei singoli argomenti anch’essi raggruppati per “problematiche” secondo uno sviluppo logico consequenziale.
Il “cuore” del manuale è la trattazione dell’abusivismo edilizio, della repressione e della regolarizzazione delle opere esistenti, cui l’Autore dedica una dettagliata analisi, estesa anche alla problematica ambientale e paesaggistica che in maniera sempre più incidente influenza e condiziona l’edificabilità. L’esposizione è sempre orientata all’operatività ed è corroborata dalle risoluzioni giurisprudenziali e da “focus” di approfondimento che ne fanno un vero “strumento operativo”. Gli argomenti sono affrontati con completezza documentale e sistematicità di trattazione con l’ausilio anche di schemi grafici di sintesi e corredato infine da un questionario utile al lettore per verificare il livello di apprendimento.

Claudio Belcari, dirigente comunale, formatore enti locali, A.N.C.I., ordini e collegi professionali e consulente tecnico nei contenziosi penali e amministrativi nei settori edilizia e urbanistica. Collabora stabilmente con la rivista “L’Ufficio Tecnico”, mensile di tecnica edilizia, urbanistica e ambiente, edita da Maggioli Editore.

Volumi collegati:
Formulario generale dell’edilizia, M. Di Nicola, X ed. 2019
Le nuove procedure edilizie SCIA 1 e SCIA 2, dopo il glossario opere edilizia libera,
M. Di Nicola, II ed. 2018 Autore, III ed. 2016

Leggi descrizione
Claudio Belcari, 2019, Maggioli Editore
48.00 € 45.60 €

Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here