fondi europei professionisti lazio

In Italia, l’equiparazione tra professionisti e imprese nell’accesso ai fondi europei e regionali è avvenuto, come abbiamo visto, con la Legge di Stabilità, che ha accolto i contenuti della  raccomandazione della Commissione Europea 2013/361/CE, del Regolamento europeo 1303/2013 e delle linee d’azione per le libere professioni del Piano Imprenditorialità  2020.

In questo modo, si era permesso ai liberi professionisti l’accesso ai fondi strutturali gestiti a livello nazionale o regionale, agli 80 miliardi di fondi Horizon 2020 per ricerca e innovazione e ai 2,4 miliardi di fondi COSME per competitività e crescita economica. Un accesso che prima era riservato solo alle imprese. Di fatto, però, la regola non è applicata molto spesso.

Si attendeva infatti che le Regioni, gli enti che materialmente gestiscono l’erogazione di questi fondi, si adeguassero scrivendo bandi chiari e, soprattutto, esplicitamente aperti ai liberi professionisti.

Quel momento, almeno nel Lazio, è arrivato: ora è una nuova proposta di legge, già approvata dalla Giunta Regionale, a mettere in chiaro questa regola, già scritta ma spesso non applicata.

Con questa legge le Partite Iva nel Lazio potranno quindi accedere a tutti i contributi regionali ed europei per le piccole e medie imprese. Si attende l’approvazione definitiva.

Regime forfetario dei professionisti tecnici dopo la Legge di Stabilità - II edizione

Regime forfetario dei professionisti tecnici dopo la Legge di Stabilità - II edizione

L. De Simone, 2016, Maggioli Editore

Questa seconda edizione è aggiornata con i contenuti e l'analisi della circolare dell'Agenzia delle Entrate 4 aprile 2016, n. 10/E (applicazione e disapplicazione del regime forfetario, caratteristiche, agevolazioni per chi inizia una nuova attività, sanzioni). Inoltre è...




Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here