Home Appalti Nuovo Codice Appalti, i 190 articoli del Regolamento abrogati subito

Nuovo Codice Appalti, i 190 articoli del Regolamento abrogati subito

6434

Saranno tempi duri quelli prossimi futuri, con i decreti correttivi che modificheranno in itinere il contenuto del Nuovo Codice Appalti. Nonostante le decise indicazioni di Cantone e di Delrio, in merito per esempio alla realizzazione dei bandi post 19 aprile, la situazione è operativamente un’altra cosa rispetto alle loro facili indicazioni. È un giungla di fili incrociati. L’entrata in vigore lo stesso giorno della pubblicazione in Gazzetta, l’assenza di un adeguato periodo transitorio e le discrepanze sulla data a partire dalla quale i bandi dovranno rispettare in Nuovo Codice sono problemi che cadono sul lavoro quotidiano degli operativi.

 

Regolamento Nuovo Codice Appalti: gli articoli abrogati

A complicare ulteriormente la loro situazione è l’abrogazione a singhiozzo per il D.P.R. n. 207/2010 (Regolamento). L’art. 217 (abrogazioni), lettera u) del Nuovo codice Appalti prevede l’abrogazione immediata delle parti del Regolamento e dei rispettivi allegati:
– dall’articolo 1 all’articolo 8 della Parte I;
– dall’articolo 11 al 13 della Parte II, Titolo I, Capo II;
– dall’articolo 44 al 59 della Parte II, Titolo II, Capo II ;
– dall’articolo 97 al 177 della Parte II, Titoli IV, V, VI, VII, VIII;
– dall’articolo 211 all’articolo 214 della Parte II, Titolo IX, Capo III;
– gli articoli 249 e 250 della Parte II, Titolo XI, Capo III;
– gli articoli 252 e 253 e dal 257 al 270 della Parte III;
– dall’articolo 271 al 342 della Parte IV, V;
– dall’articolo 357 al 359 della Parte VII.

In totale, sono 191 articoli abrogati da subito dal Nuovo Codice Appalti.

Leggi anche Nuovo Codice Appalti, 9 provvedimenti in vigore da subito

 

Regolamento Nuovo Codice Appalti: gli articoli ancora in vigore

Le altre parti del Regolamento resteranno in vigore fino alla data di entrata in vigore degli atti attuativi del d.lgs. n. 50/2016 che ancora non sono stati pubblicati. Del Regolamento n. 207/2010 sono ancora in vigore le seguenti parti e rispettivi allegati:
articoli 9 e 10 della Parte II Titolo I, Capo I
– dall’articolo 14 al 43 della Parte II, Titolo II, Capo I;
– dal 60 al 96 della Parte II, Titolo III, Capi I, II, III e IV;
– dal 178 al 210 della Parte II, Titolo IX, Capi I e II;
– dall’articolo 215 al 238 della Parte II, Titolo X, Capi I e II;
– dall’articolo 239 all’articolo 248 della Parte II, Titolo XI, Capi I e II;
– articoli 254, 255 e 256 della Parte III;
– dal 343 al 356 Parte VI, Titolo I e II.

Leggi anche Nuovo Codice Appalti, 5 provvedimenti in vigore a breve

 

Le 2 conseguenze della confusione sul Regolamento

Le conseguenze della confusione che si sta generando saranno due: 1) le amministrazioni ritirano i bandi pubblicati che non rispondono alla disciplina del Nuovo codice Appalti e li ripubllicano. Cioè rifanno un lavoro già fatto; 2) incorrono in contenziosi.


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here