Home Professionisti Consulenze tecniche: le devono fare solo i professionisti iscritti all’albo

Consulenze tecniche: le devono fare solo i professionisti iscritti all’albo

534

Le consulenze tecniche a supporto dei magistrati vanno affidate solo a professionisti iscritti all’albo professionale e, per agevolare i giovani, bisogna prevedere la rotazione degli incarichi.

In occasione del convegno “Iscrizione del consulente tecnico agli albi professionali: garanzia di Giustizia più efficiente”,tenutosi il 19 aprile a Roma durante il “Salone della Giustizia” la RTP, ha presentato una serie di proposte per definire i nuovi principi generali per l’affidamento di incarichi professionali agli ausiliari del giudice, vale a dire consulenti tecnici nel giudizio civile, esperti nominati dal giudice, periti del giudice e consulenti del pubblico ministero.
L’obbligo d’iscrizione ad un albo professionale per le consulenze tecniche è utile per garantire un livello di professionalità adeguato, tutelare maggiormente il cliente, dal momento che gli iscritti hanno l’obbligo dell’aggiornamento professionale e della sottoscrizione di un’assicurazione professionale.

Un’altra proposta presentata è la valorizzazione del contributo dei professionisti tecnici nei procedimenti giurisdizionali, che si può ottenere con l’istituzione di sezioni specializzate per la risoluzione di giudizi di natura tecnico-scientifica che prevedano la partecipazione di esperti in materia. La giuria giuria popolare con professionisti dell’area tecnica.

 

Consulenze tecniche: cos’è la rotazione degli incarichi?

L’equa rotazione e distribuzione degli incarichi serve per introdurre maggiori garanzie di trasparenza nel conferimento degli incarichi. La rotazione deve dare particolare spazio ai giovani e gli elenchi degli ausiliari devono essere aggiornati e suddivisi per macro-aree di riferimento.
Allo stesso modo, nei giudizi aventi ad oggetto temi di natura tecnico-scientifica, la Rete propone l’integrazione della.

Infine, chiede che vengano aggiornati i compensi degli ausiliari del giudice (CTU), penalizzati dal mancato adeguamento degli onorari di periti e consulenti tecnici.


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here