Home Energia Fonti energetiche rinnovabili elettriche, il GSE aggiorna le procedure per il 2014

Fonti energetiche rinnovabili elettriche, il GSE aggiorna le procedure per il 2014

16

Il GSE Gestore dei servizi energetici ha pubblicato l’aggiornamento al 13 gennaio 2014 delle Procedure applicative del DM 6 luglio 2012 rispetto alla versione del 24 agosto 2013 per le procedure d’asta d’iscrizione ai Registri Informatici e per i rifacimenti parziali e totali per le Fonti energetiche rinnovabili elettriche non Fotovoltaiche.

Scarica le Procedure applicative del DM 06/07/2012 aggiornate dal GSE.

Nel documento sono descritte:
– fasi di accesso agli incentivi e della relativa gestione, con i regolamenti per l’iscrizione ai Registri, alle Procedure d’Asta e ai Registri per i rifacimenti;
– la richiesta di accesso agli incentivi;
– le modalità di calcolo e di erogazione degli incentivi (incluse le modalità di riconoscimento dei premi);
– le modalità di svolgimento dei controlli e delle verifiche sugli impianti.

Delibera Aeeg n. 47/2013: la procedura applicativa
Il GSE ha pubblicato anche la Procedura applicativa per la quantificazione del fattore percentuale convenzionale correlato ai consumi dei servizi ausiliari, alle perdite di trasformazione e alle perdite di linea fino al punto di connessione. Questa Procedura si applica agli impianti di produzione di energia elettrica di potenza superiore a 1 MW che beneficiano degli incentivi relativi ai decreti interministeriali del 5 e del 6 luglio 2012. Allo stesso tempo la procedura definisce le modalità e le condizioni per la quantificazione del fattore percentuale convenzionale legato ai consumi dei servizi ausiliari, alle perdite di trasformazione e alle perdite di linea fino al punto di connessione, da applicare alla produzione lorda di energia per calcolare la produzione netta dell’impianto.

Ai Responsabili di impianti di potenza superiore a 1 MW che alla data di pubblicazione della Procedura applicativa risultino già in esercizio, che siano ammessi a beneficiare degli incentivi di cui ai decreti ministeriali 5 e 6 luglio 2012 e a cui sono stati applicati i valori del fattore percentuale convenzionale definiti a forfait nei medesimi decreti, sarà richiesto di inviare una specifica dichiarazione che riporti i dati necessari alla determinazione del fattore percentuale convenzionale, come previsto dalla Procedura.


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here