Le Corbusier

Approvato il Milleproroghe dal Senato, si riducono i tempi della moratoria per la tutela del diritto d’autore per il design industriale storico. Le dichiarazioni contrarie e agguerrite del presidente di FederlegnoArredo Roberto Snaidero e del presidente di Indicam Carlo Guglielmi.

 

Un emendamento al milleproroghe, approvato dalle Commissioni I e V del Senato (Affari costituzionali e Bilancio), stabilisce che verranno accorciati i tempi di scadenza sulla proprietà intellettuale per le opere di design industriale al 2014, rispetto alla misura approvata alla Camera che invece fissava il termine al 2016.

 

A questo proposito nei giorni scorsi, quando sembrava che la scadenza fosse il 2016 (ma la sostanza non cambia), FederlegnoArredo e Indicam Istituto di Centromarca per la lotta alla contraffazione hanno espresso il loro profondo dissenso.
“Il giorno stesso in cui verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo del provvedimento – annuncia indignato il presidente di Indicam Carlo Guglielmi – denunceremo lo Stato italiano alla Comunità europea per l’istruzione di una procedura di infrazione. Non sarà la prima denuncia su questo argomento, ma la prima a coinvolgere il governo in carica”.
Le associazioni di categoria hanno cercato il dialogo con i parlamentari di tutti gli schieramenti per spiegare i rischi che la moratoria comporterebbe per le aziende impegnate in ricerca e innovazione.
“Purtroppo – sottolinea il presidente di FederlegnoArredo Roberto Snaidero – non è stata compresa la gravità della nostra denuncia e di conseguenza le ricadute a danno delle imprese. Non possiamo accettare che il Parlamento favorisca pratiche illegali a discapito delle aziende e per questo siamo al fianco di Indicam e con loro sottoscriveremo la denuncia a nome di FederlegnoArredo”.

 

Il testo, approvato dal Senato, tornerà alla Camera entro il 20 febbraio per l’approvazione definitiva.


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here