Home Soluzioni progettuali Soluzioni costruttive Policarbonato: proprietà, usi e differenze con il plexiglass

Policarbonato: proprietà, usi e differenze con il plexiglass

Il policarbonato ha proprietà vicine a quelle del plexiglass, ma con alcune differenze. Oltre ad analizzare quali sono, nell'articolo alcuni consigli su come ottenere un taglio su misura, con la possibilità di ricevere a domicilio il pannello personalizzato

163

Il policarbonato è una materia plastica che riscontrato un grande utilizzo e successo commerciale per merito delle proprietà uniche che lo caratterizzano.

Questo polimero termoplastico trasparente, infatti, è dotato di una ottima trasparenza e di una robustezza estrema. Tutto ciò ha reso il policarbonato famoso per essere una perfetta alternativa al vetro standard, ideale soprattutto all’impiego in contesti di sicurezza.

I primi studi su questo materiale derivante dall’acido carbonico iniziarono già alla fine del XIX secolo; tuttavia solo alla metà degli anni ’50 si avviarono delle vere e proprie produzioni industriali. Tra le prime aziende a commercializzare il policarbonato spiccano i nomi di Bayer, con Makrolon® e di General Electric con Lexan®. Successivamente, il policarbonato divenne noto anche con i nomi Arla, Axxis, Calibre, Lexaan, Lexgard, Margard, Makrofol, Panlite, Quin, Radilux.

Esistono due tipologie di pannelli in policarbonato: compatti, molto leggeri perché caratterizzate dalla presenza di piccoli spazi pieni d’aria, e alveolari, leggermente più pesanti e robusti.

>> Vorresti rimanere aggiornato sulle ultime soluzioni progettuali? Clicca qui, è gratis

Che differenza c’è tra plexiglass e policarbonato?

In generale, il policarbonato ha proprietà vicine a quelle del plexiglass, ma con alcune differenze importanti.

Esso, infatti, è decisamente più resistente agli urti e risulta essere circa 250 volte più forte del vetro standard, pur risultando particolarmente leggero (circa due volte di più del vetro). Esso garantisce, inoltre, una altissima trasmissione della luce (92%).

Fig.1_Il policarbonato garantisce un’alta trasmissione della luce ©Pannelliplastica.it

Il rischio di rottura e danneggiamento è estremamente basso, anche quando esposto ad agenti atmosferici, raggi UV, pressione e alte temperature (il policarbonato è ignifugo). Ciò rende questo materiale adatto in ambito industriale, all’utilizzo esterno, (ad esempio per come tettoie, paravento e serre), o ad utilizzi di sicurezza, per esempio come vetro anti atti vandalici.

Altra caratteristica interessante è facilità di lavorazione. Poiché la possibilità di crepe o rotture è minima, il policarbonato è estremamente adatto ad essere utilizzato anche dai meno esperti del fai-da-te. Le lastre in policarbonato possono essere acquistate anche online, per poi essere tagliate, forate e lucidate utilizzando normali strumenti di bricolage.

Fig.2_Tra le caratteristiche distintive del materiale vi è la facile lavorabilità ©Pannelliplastica.it

Nel sito web pannelliplastica.it, ad esempio, è disponibile una vasta gamma di lastre in policarbonato di vari colori e spessori. Molto funzionale è il servizio gratuito di taglio su misura, che consente di personalizzare il pannello scelto in termini di forma e dimensione prima di riceverlo comodamente a casa.

Un ulteriore vantaggio del policarbonato è che necessità di manutenzione minima: sebbene esso sia sensibile ai graffi, per rimuoverli sarà semplicemente sufficiente eseguire una lucidatura, a macchina o a mano. Inoltre, per mantenere i pannelli puliti e privi di polvere, sarà sufficiente un detergente antistatico.

Per ulteriori informazioni
pannelliplastica.it

Foto: ©Pannelliplastica.it


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here