Home Professionisti Eventi e Formazione Successo per l’edizione 2022 di SAIE: oltre 37 mila professionisti presenti

Successo per l’edizione 2022 di SAIE: oltre 37 mila professionisti presenti

Anche quest’anno SAIE ha dato prova della sua unicità nel rappresentare un momento di riflessione e confronto, oltre che un forte moltiplicatore commerciale per il mercato. I numeri

31
risultati saie 2022

Come abbiamo visto, il comparto dell’edilizia e dell’impiantistica si è riunito alla 55esima edizione di SAIE, La Fiera delle Costruzioni, che si è conclusa a Bologna il 22 ottobre scorso con quello che è stato definito un “entusiasmante successo”.

L’affluenza di visitatori è stata infatti molto positiva: si sono recati in fiera più di 37 mila professionisti. Il Direttore di SAIE Emilio Bianchi ha dichiarato: “Si è chiusa un’edizione di SAIE di cui siamo particolarmente orgogliosi. (…) Imprese, istituzioni e tutti i protagonisti del settore avevano la necessità di incontrarsi e siamo felici che SAIE ritorni con determinazione a rappresentare un punto di riferimento unico e insostituibile per la filiera.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

Anche quest’anno il salone, che dal 2018 è organizzato con un nuovo format da Senaf, ha dato prova della sua unicità nel rappresentare un momento di riflessione e confronto, oltre che un forte moltiplicatore commerciale per il mercato. A dimostrarlo sono i numeri di SAIE 2022: 430 aziende, 48 associazioni partner e, soprattutto, 37.642 visitatori, che si sono recati in fiera per conoscere e valutare le novità di prodotto, normative – come tutto ciò che ruota attorno a Superbonus e PNRR – e arricchire la propria rete di contatti.

E nel 2023, dal 19 al 21 ottobre, SAIE tornerà a Bari, alla Nuova Fiera del Levante, proseguendo l’alternanza strategica annuale con Bologna, che dal 2018 ha reso protagoniste due tra le aree più importanti per il Made in Italy delle costruzioni.

Leggi anche I libri più acquistati dai professionisti tecnici al SAIE 2022

Questa edizione di SAIE si è aperta con un convegno inaugurale che ha presentato un’analisi dello stato dell’arte della filiera. Come mostrato nel Rapporto 2021 di Federcostruzioni e nell’analisi di Ance, il sistema delle costruzioni viene da un 2021 eccezionale: la produzione si è attestata a quota 475 miliardi di euro, in aumento di ben 78 miliardi rispetto al 2020 (+19,7%), arrivando a determinare da solo circa un terzo del PIL italiano e ben il 12% della forza lavoro nazionale (2,8 milioni di unità, +7,7% rispetto al 2020). Gli interventi legati al Superbonus al 30 settembre sono 307.191, per un valore di 51 miliardi di euro (+8,2 miliardi solo nell’ultimo mese).

Ora, ovviamente, inflazione e caro energia preoccupano le imprese, e dal palco di SAIE sia Federcostruzioni che Ance hanno mandato al nuovo governo un messaggio preciso: tra le priorità dell’agenda politica non possono mancare la realizzazione di meccanismi certi e interventi strutturali per spingere su bonus edilizi e PNRR, al fine di favorire la riqualificazione del patrimonio edilizio pubblico e privato.

Potrebbe interessarti: DIARS: la fiera della diagnostica e del risanamento strutturale, dal 3 al 5 novembre

Oltre agli appuntamenti istituzionali, ci sono state anche tante occasioni concrete per mantenere l’aggiornamento dei professionisti sulle più recenti soluzioni presenti sul mercato e aree dimostrative per vedere dal vivo i processi attuativi delle innovazioni tecniche esposte in fiera. Infatti, a corredo della parte espositiva con la presenza dei brand più importanti del settore, sono stati programmati 127 convegni formativi e 22 iniziative speciali, incentrati sui principali temi del costruire: cantiere, sostenibilità, efficienza energetica, digitalizzazione, integrazione edificio-impianto, nuove esigenze dell’abitare.

Per ulteriori informazioni
saiebologna.it
info@saiebologna.it

Consigliamo


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here