Home Gli articoli dei nostri autori Bonus sistemi di accumulo: Entrate definisce modalità di invio e termini domande

Bonus sistemi di accumulo: Entrate definisce modalità di invio e termini domande

L’Istanza deve essere inviata a partire dal 1° marzo 2023 ed entro il 30 marzo 2023. Ecco in che modo verrà calcolata la percentuale del Bonus

1262
bonus sistemi di accumulo

L’Agenzia delle Entrate definisce le modalità di invio dell’Istanza e i termini di presentazione delle domande per usufruire del Bonus sistemi di accumulo per l’energia prodotta da fonti rinnovabili.

Le regole, tanto attese, vengono rese note attraverso il provvedimento n. 382045 recante “Definizione delle modalità, dei termini di presentazione e del contenuto dell’istanza per il riconoscimento del credito d’imposta di cui all’articolo 1, comma 812, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, per le spese sostenute relative all’installazione di sistemi di accumulo integrati in impianti di produzione elettrica alimentati da fonti rinnovabili”, datato 11 ottobre 2022.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

Si tratta del provvedimento di cui si parla all’articolo 3 del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 6 maggio 2022.

Analizziamo nel dettaglio quali sono le modalità e i termini per l’invio dell’Istanza e l’ammontare del credito d’imposta, definiti dalle Entrate.

Leggi anche: Bonus sistemi di accumulo energia rinnovabile: come ottenerlo

Modalità di invio domande

L’invio dell’Istanza deve avvenire esclusivamente per via telematica, direttamente dal contribuente oppure avvalendosi di un soggetto incaricato della trasmissione delle dichiarazioni attraverso il servizio web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Dopo l’avvenuta presentazione dell’Istanza viene rilasciata, entro 5 giorni, una ricevuta che ne attesta la presa in carico, oppure l’eventuale rifiuto e le relative motivazioni. La ricevuta è poi consultabile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate.

Vorresti installare dei sistemi di accumulo? Scopri quali sono i più convenienti

Apertura termini e scadenza

L’Istanza deve essere inviata a partire dal 1° marzo 2023 ed entro il 30 marzo 2023. In tale lasso di tempo è possibile:

a) inviare una nuova Istanza, che sostituisce integralmente quella precedentemente
trasmessa. L’ultima Istanza validamente trasmessa sostituisce tutte quelle
precedentemente inviate;

b) presentare la rinuncia integrale al credito d’imposta precedentemente comunicato.

Potrebbe interessarti: Pannelli fotovoltaici trasparenti: le finestre produrranno energia

Ammontare del Bonus

Ai fini del rispetto del limite complessivo di spesa pari a 3 milioni di euro per l’anno 2022, con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, da pubblicare entro 10 giorni dalla scadenza del 30 marzo 2023, verrà comunicata la percentuale del credito d’imposta spettante a ciascun soggetto.

La percentuale verrà definita sulla base del rapporto tra l’ammontare delle risorse stanziate e ammontare complessivo delle spese agevolabili indicate nelle Istanze. Nel caso in cui l’ammontare complessivo delle predette spese agevolabili risulti inferiore al limite complessivo di spesa, la percentuale sarà pari al 100 per cento.

Hai già visitato la sezione Risorse Gratuite di Ediltecnico?

Qui trovi ebook e corsi online utili per la professione

Consigliamo

Foto:iStock.com/AndreyPopov


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here