Home Bonus Edilizia Acquisto agevolato tende e zanzariere, quale detrazione sfruttare?

Acquisto agevolato tende e zanzariere, quale detrazione sfruttare?

La detrazione è ammessa a patto che si tratti di prodotti che rispettano le regole stabilite dall'ENEA. Ecco quali i sono i requisiti

350
bonus tende e zanzariere

Sì al bonus fiscale del 50 per cento per le tende “tecniche”, no per quelle di arredo. L’Agenzia delle entrate nella circolare 28 che riepiloga tutte le regole per le detrazioni sugli immobili fa il punto anche su questa agevolazione, che rientra nell’ambito dell’Ecobonus.

Quindi la detrazione è ammessa a patto che si tratti di prodotti che rispettano le regole stabilite dall’ENEA, e a fronte della relativa comunicazione.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

Se nel condominio sono in corso interventi trainanti e comunque possibile utilizzare per questa tipologia di acquisti la detrazione del 110 per cento. Ecco tutte le caratteristiche che debbono avere tende e altre strutture per poter rientrare nell’agevolazione fiscale.

Leggi anche: Sostituzione infissi, quale bonus si può sfruttare?

Quali tende con il bonus

L’agevolazione per le tende è prevista dall’art. 14, comma 2, lett. b), del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63. Tecnicamente si tratta dell’agevolazione riservata alle schermature solari. In questo ambito le tende possono essere di tutti i tipi, ossia:

  • tende da sole a telo avvolgibile;
  • tende a rullo;
  • tende a lamelle orientabili (veneziane);
  • tende frangisole.

Possono essere applicate all’interno, all’esterno o integrate con la superficie vetrata, ma dovranno essere mobili e “tecniche”. Si deve trattare, in sostanza, di installazioni stabili, che devono permettere una regolazione del grado di apertura e quindi consentono di rispondere in maniera dinamica alle variazioni della luce solare nell’arco della giornata.

Potrebbe interessarti: Sostituzione persiane o tapparelle? Con Bonus Ristrutturazione no pratica ENEA

I valori minimi del fattore di trasmissione solare

Per poter godere dell’agevolazione le schermature solari debbono essere installate esclusivamente sulle esposizioni da est a ovest passando per il sud. Dovrà inoltre essere certificato il rispetto del valore minimo richiesto dalle norme del fattore di trasmissione solare totale, ossia accoppiato a quello della superficie vetrata della quale sono copertura che dovrà risultare  inferiore o uguale a 0,35 valutato con riferimento al vetro tipo C secondo la norma UNI EN 14501.

Per il calcolo l’ENEA metta a disposizione il software gratuito ShadoWindow

Non perderti: Bonus Edilizi: gli ultimi aggiornamenti dalle Entrate

Bonus anche per le zanzariere

Nell’ambito delle schermature solari, nel rispetto dei requisiti appena visti, possono rientrare anche le zanzariere. È stata la stessa Agenzia delle entrate, con la consulenza giuridica 10/2020, a dare pieno riconoscimento alle zanzariere come elemento oscurante, riconoscendo quindi la possibilità di un acquisto agevolato. Ovviamente per essere considerate come sistemi oscuranti le zanzariere dovranno presentare le caratteristiche richieste per far parte della categoria.

Leggi anche: Bonus per nuovi serramenti? Necessaria la presenza di impianto di riscaldamento

Le spese detraibili

La detrazione spetta per le spese effettivamente sostenute per:

  • fornitura e posa in opera;
  • eventuale smontaggio e dismissione delle vecchie schermature;
  • opere provvisorie ed accessorie;
  • prestazioni professionali necessarie alla realizzazione delle opere e della documentazione tecnica occorrente.

L’Ecobonus è pari al 50 per cento per una detrazione massima di 60.000 euro.

Potrebbe interessarti: Superbonus, ogni proprietario coinvolto può scegliere liberamente tra detrazione e cessione

Superbonus

Infine proprio perché sia le tende che le zanzariere con le caratteristiche appena viste rientrano a pieno titolo nell’Ecobonus possono essere agevolate al 110% nel caso in cui vengano realizzare nell’ambito di un progetto agevolato con il Superbonus energetico.

In questo caso le regole da rispettare sono quelle comuni a tutti gli interventi trainati.

Consigliamo

Foto:iStock.com/ronstik


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here