Home Bonus Edilizia Tutti gli sconti della precompilata. Entrate aggiorna guida dichiarazione dei redditi 2022

Tutti gli sconti della precompilata. Entrate aggiorna guida dichiarazione dei redditi 2022

Regole, requisiti e documentazione per poter usufruire del credito d'imposta per: riacquisto prima casa, ricostruzione immobili colpiti dal sisma Abruzzo, acquisto prima casa under 36, acquisto monopattini elettrici e depuratori acqua

82
guida dichiarazione dei redditi

Pubblicato un nuovo aggiornamento del documento “Tutti gli sconti della precompilata 2022”, tratto dalla Circolare n.24 del 7 luglio 2022

La guida è una vera e propria raccolta di tutte le recenti novità che interessano ritenute, oneri detraibili, deducibili e crediti di imposta, anche sotto il profilo degli obblighi di produzione documentale da parte del contribuente al Centro di assistenza fiscale (CAF) o al professionista abilitato, e di conservazione da parte di questi ultimi per la successiva produzione all’Amministrazione finanziaria.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

Si tratta di un supporto alla compilazione della dichiarazione 730 o redditi 2022.

Nella guida dichiarazione dei redditi 2022 non vengono analizzati i Bonus Edilizi che invece saranno oggetto di trattazione in un documento di prassi separato dedicato alle detrazioni pluriennali relative ad immobili (recupero del patrimonio edilizio, Sisma bonus, Bonus verde, Bonus facciate, Ecobonus e Superbonus).

Nella raccolta vengono illustrate le regole, i requisiti e la documentazione da controllare e conservare per poter usufruire del credito d’imposta per:

  • il riacquisto della prima casa
  • gli immobili colpiti dal sisma in Abruzzo
  • l’acquisto prima casa under 36
  • l’acquisto di monopattini elettrici e servizi di mobilità elettrica
  • l’acquisto di depuratori acqua

Analizziamo gli aspetti generali delle detrazioni sopra elencate. Per le specifiche sui requisiti e limiti si rimanda al documento.

Leggi anche: Superbonus, ogni proprietario coinvolto può scegliere liberamente tra detrazione e cessione

Credito d’imposta per il riacquisto della prima casa

L’agevolazione, sotto forma di credito d’imposta, spetta ai contribuenti che fra il 1° gennaio 2021 e la data di presentazione della dichiarazione dei redditi abbiano acquistato un immobile usufruendo delle agevolazioni “prima casa” entro un anno dalla vendita di un altro immobile acquistato con le medesime agevolazioni.

Può beneficiare del credito d’imposta in oggetto anche il contribuente che procede all’acquisto della nuova abitazione prima della vendita dell’immobile già posseduto.

Le agevolazioni previste per l’acquisto della “prima casa”, competono anche nel caso della costruzione della “prima casa”. Il credito d’imposta spetta anche nell’ipotesi in cui un soggetto acquisti un’altra abitazione mediante appalto o permuta, considerando che la norma prevede che l’acquisto del nuovo immobile possa avvenire a qualsiasi titolo.

Potrebbe interessarti: Ok allo sconto in fattura da parte del professionista che rilascia visto di conformità

Credito d’imposta per gli immobili colpiti dal sisma in Abruzzo

E’ prevista la concessione di contributi, anche con le modalità del credito d’imposta, in favore dei contribuenti colpiti dal sisma in Abruzzo il 6 aprile 2009.

Il contributo viene riconosciuto per:

  • la ricostruzione o riparazione di immobili, adibiti ad abitazione considerata “principale” (decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504), distrutti, dichiarati inagibili o danneggiati ovvero per l’acquisto di una nuova abitazione equivalente a quella distrutta (rigo G5 del modello 730/2021);
  • la ricostruzione o riparazione di immobili diversi da quelli adibiti ad abitazione principale nonché di immobili ad uso non abitativo distrutti o danneggiati (rigo G6 del modello 730/2021).

Potrebbe interessarti: Divisione spese Superbonus: non conta chi paga cosa, ma il rispetto dei tempi di esecuzione

Credito d’imposta prima casa under 36

Le agevolazioni “prima casa under 36” si applicano ai contratti stipulati nel periodo compreso tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2022.

Questa nuova agevolazione è stata introdotta con l’’art. 64, commi da 6 a 10, del d.l. n. 73 del 2021 ed è rivolto a coloro che non hanno ancora compiuto trentasei anni di età nell’anno in cui l’atto è rogitato > ne abbiamo parlato meglio in questo articolo <

Non perderti: Beneficio Prima Casa: ritardo tempi di consegna non dà diritto alle agevolazioni

Credito d’imposta per monopattini elettrici e servizi di mobilità elettrica

L’agevolazione è rivolta alle persone fisiche che, dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020, contestualmente all’acquisto di un veicolo, anche usato, con emissioni di COcomprese tra 0 e 110 g/km, consegnano per la rottamazione un secondo veicolo di categoria M1, hanno diritto a un credito di imposta, per le spese sostenute, dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020, per l’acquisto di:

  • monopattini elettrici,
  • biciclette elettriche o muscolari,
  • abbonamenti al trasporto pubblico,
  • servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile.

Leggi anche: Asfalto ricarica auto elettriche: con l’induzione addio ai cavi

Credito d’imposta acquisto depuratori acqua

L’agevolazione riconosce, per le persone fisiche non esercenti attività economica, un credito d’imposta nella misura del 50 per cento delle spese sostenute, dal 1°
gennaio 2021 al 31 dicembre 2023, per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E 290, per il miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a euro 1.000 per ciascuna unità immobiliare.

Consigliamo

Foto:iStock.com/fizkes


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here