Home Sicurezza Antincendio RTV e Fire Safety Engineering: strumenti in contrasto o complementari?

RTV e Fire Safety Engineering: strumenti in contrasto o complementari?

Lo abbiamo chiesto all'esperto Filippo Battistini che spiega in che modo la Fire Safety Engineering può essere d'aiuto nella progettazione antincendio

56
rtv fire safety engineering

RTV e Fire Safety Engineering, sul tema abbiamo intervistato l’Ing. Filippo Battistini, socio dello studio di Ingegneria FSE PROGETTI e autore del volume L’approccio ingegneristico nel codice di prevenzione incendi 2.0 edito da Maggioli Editore. 

L’intento dell’intervista è stato quello di riassumere in poche righe in che modo la FSE può essere d’aiuto per il tecnico che si occupa di progettazione antincendio.

>> Vorresti ricevere approfondimenti come questo? Clicca qui, è gratis

Vediamo nel dettaglio.

Potrebbe interessarti: Antincendio facciate edifici civili: in vigore la regola tecnica

1.RTV e FSE: strumenti in contrasto o complementari?

Regole tecniche verticali e Fire safety engineering: i due strumenti sono in contrasto o uno aiuta a completare l’altro?

La Fire Safety Engineering se utilizzata bene consente non solo di ottimizzare la progettazione ma anche di validare le scelte progettuali del professionista antincendio quantificando gli effetti che queste apportano all’edificio. Li vedo quindi assolutamente come strumenti complementari l’uno all’altro.

Soprattutto in una tematica così delicata come la Reazione al Fuoco che soffre di discrepanze tra le condizioni di prova a cui i materiali sono sottoposti in fase di certificazione rispetto a quelle della reale posa in opera.

La misura antincendio infatti è estremamente delicata in quanto rappresenta un vero e proprio “freno” alla propagazione dell’incendio, lasciando più tempo quindi agli occupanti di abbandonare l’edificio. Oggi dove finalmente anche il concetto di sicurezza inclusiva si afferma sempre più, garantire la sicurezza di tutti risulta di massima importanza.

Leggi anche: Antincendio chiusure d’ambito: a che punto siamo in Italia?

2.Progettazione antincendio edifici alti: qualche consiglio da seguire?

Quali sono i consigli che si possono dare a un progettista antincendio per un approccio prestazionale nell’impostare la strategia antincendio di un edificio alto?

In un edificio alto gli aspetti che maggiormente preoccupano sono senz’altro l’esodo degli occupanti e l’operatività dei Vigili del Fuoco. L’elevata altezza genera tempi di esodo lungo le scale notevoli nonché rappresenta un serio tema in termini di inclusività, pensando quindi a tutti quelli che non possono scappare “giù per le scale”.  Inoltre è opportuno preparare il campo all’intervento dei VVF nel miglior modo possibile in quanto ad elevate altezze risulta impossibile raggiungere le finestre con l’autoscala nonché srotolare le manichette in salita lungo tutto il vano scale.

Detto ciò, è sempre consigliabile ad un professionista antincendio verificare e validare le scelte tramite approccio ingegneristico in quanto una valutazione quantitativa ha sempre una marcia in più rispetto ad una qualitativa.

Consigliamo

L’approccio ingegneristico nel codice di prevenzione incendi 2.0

L’approccio ingegneristico nel codice di prevenzione incendi 2.0

Il manuale, giunto alla seconda edizione a seguito dell’emanazione dei decreti 4 aprile 2019 e 18 ottobre 2019, aggiorna allo stato dell’arte normativo e tecnologico l’applicazione del metodo di progettazione antincendio “prestazionale”, rappresentato dall’approccio caratteristico della Fire Safety Engineering.

Il volume presenta dunque le metodologie semi-prestazionali delle soluzioni conformi e fornisce maggiori strumenti di condivisione per le soluzioni alternative.

Se da una parte il materiale didattico, normativo e letterale abbonda, con testi italiani di grandissimo spessore internazionale, rimane sempre poco trattata la parte operativa del metodo antincendio in Italia.

Quest’opera è un testo, che vuole e deve essere necessariamente utilizzato solo dopo aver acquisito le nozioni teoriche necessarie a padroneggiare l’approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio.

Nel manuale, infatti, sono riportati gli aspetti pratici e pragmatici, inquadrati nella realtà odierna e calibrati per la pratica lavorativa del professionista.

Filippo Battistini
Ingegnere civile, socio dello studio di Ingegneria FSE PROGETTI, si occupa di progettazione antincendio. Specializzato in approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio è iscritto al Ministero come professionista antincendio, è anche docente formatore in corsi sulla sicurezza per addetti antincendio.
Gianluca Galeotti
Ingegnere, socio dello studio di Ingegneria FSE PROGETTI, da molti anni segue con particolare interesse la prevenzione incendi. Iscritto al Ministero come professionista antincendio ha maturato oltre 10 anni di esperienza soprattutto nell’ambito dell’approccio ingegneristico alla progettazione antincendio, è anche consulente tecnico d’ufficio del tribunale di Vicenza.
Filippo Battistini, Gianluca Galeotti, 2021, Maggioli Editore
28.00 € 26.60 €

Foto:iStock.com/Vasil Dimitrov


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here