Home Professionisti Bonus benzina 200 euro anche per i dipendenti degli studi professionali

Bonus benzina 200 euro anche per i dipendenti degli studi professionali

Anche i dipendenti degli studi professionali, e non solo di aziende private, potranno beneficiare del bonus benzina (o bonus carburante) di massimo 200 euro. I dettagli

965
bonus benzina 200 euro studi professionali

Anche i dipendenti degli studi professionali, e non solo quelli di aziende private come stabilito in origine, potranno beneficiare del bonus benzina (o bonus carburante) di massimo 200 euro previsto dall’articolo 2 del decreto-legge 21 marzo 2022, n. 21, recante “Misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina (convertito dalla legge 51/2022).

La versione finale della norma, grazie a un emendamento approvato in Commissione Finanze e Industria al Senato, prevede infatti che il bonus possa essere erogato da tutti i “datori di lavoro privati”, compresi dunque quelli degli studi professionali. La platea dei possibili beneficiari è stata quindi ampliata, ma restano comunque esclusi i collaboratori esterni, i soci e gli stagisti, ad esempio.

>> Vorresti ricevere aggiornamenti su questo tema? Clicca qui, è gratis

Anche i professionisti potranno quindi concedere ai propri dipendenti il bonus carburante di massimo 200 euro, sotto forma di buoni benzina o analoghi titoli, in una soluzione unica o in più tranche, entro il 31 dicembre 2022. La concessione ovviamente non è obbligatoria, quindi ogni datore di lavoro è libero di decidere se erogare o meno il bonus benzina e il suo importo (fino a 200 euro).

Le caratteristiche di questa misura la rendono vantaggiosa sia per il datore di lavoro sia per il dipendente: per il professionista andrà infatti a rappresentare un costo netto, mentre per il dipendente l’importo del bonus non andrà a concorrere alla formazione del reddito (come da art. 51, comma 3, del Tuir).

Ricordiamo infatti che questo incentivo è autonomo rispetto al tetto generale di non imponibilità dei benefit di 258,23 euro annui.

Bonus carburante 200 euro, come erogarlo

Il professionista datore di lavoro che voglia erogare questo bonus ai propri dipendenti dovrà acquistare i buoni (o titoli analoghi, la norma non prevede che venga corrisposto il valore monetario) presso una compagnia petrolifera, per poi consegnarlientro il 31 dicembre 2022 – ai propri dipendenti.

Il bonus può anche confluire all’interno delle piattaforme di welfare già esistenti, allargando così il perimetro dei vantaggi fruibili dal lavoratore.

Potrebbe interessarti: Cessione studio professionale e trasferimento clientela: cosa prevede la normativa

L’altro bonus da 200 euro

I dipendenti degli studi professionali hanno diritto anche al bonus una tantum da 200 euro previsto dal decreto Aiuti per contrastare le difficoltà legate al caro prezzi di questo periodo (per i professionisti autonomi invece non sono ancora chiare le modalità e le tempistiche e si è ancora in attesa di un decreto attuativo, ne abbiamo parlato nell’articolo Bonus 200 euro anche per Autonomi, cosa sappiamo finora).

La misura è riconosciuta ai dipendenti che hanno beneficiato per almeno un mese dello sconto contributivo dello 0,8% da gennaio ad aprile previsto dalla legge di Bilancio 2022 (che spetta a fronte di una retribuzione imponibile mensile entro 2.692 euro) e che dichiarano al datore di lavoro di non ricevere pensione né reddito di cittadinanza.

Consigliamo

Guida fiscale per il professionista tecnico

Guida fiscale per il professionista tecnico

Questo ebook nasce con l’intento di fornire al tecnico libero professionista una sorta di mini guida in ambito fiscale.

La prima parte costituisce una panoramica generale sulle voci di spesa che possono ricorrere nello svolgere la professione soggette a deducibilità ridotta ai fini delle imposte sui redditi, o a detraibilità limitata ai fini dell’imposta sul valore aggiunto (IVA). Per ogni tipologia di spesa presa in considerazione, dunque, si cercherà sempre di fornire la doppia visuale, IVA e redditi, con anche un estratto delle relative norme fiscali, oppure, ove non utile alla trattazione, la mera citazione delle fonti.

Nella seconda parte si tratteranno invece tre aspetti pratici come l’inquadramento fiscale del libero professionista, alcuni aspetti relativi alla fatturazione ovvero le ritenute d’acconto e la rivalsa dei contributi, e in fine un tema che non interessa in maniera diretta il tecnico libero professionista nella propria fatturazione attiva, ma che potrebbe tornare utile quale consulenza da fornire ai propri clienti (si tratti di Ditte che commissionano lavori in edilizia, o di Ditte che eseguono lavori edili): il reverse charge in edilizia.

A parte il capitolo dedicato alla scelta del regime fiscale IRPEF/forfettario, tutte le considerazioni fatte in questo volume riguardano i soggetti in regime IRPEF, non tiene in considerazione i soggetti ancora rientranti nel vecchio regime dei minimi di cui all’art. 27 commi 1 e 2 DL 98/2011, soppresso dal regime forfettario ex legge 190/2014, commi da 54 a 89, ma in vigore, per chi vi rientrava nel 2015, fino ad esaurimento delle condizioni di permanenza (5 anni per chi lo aveva adottato da over 35, oppure fino al compimento del trentacinquesimo anno di età per chi lo aveva adottato da under 35).

I temi affrontati sono:

1. Spese di telefonia: Detraibilità IVA e deducibilità dei costi
2. Ri-addebito in fattura delle spese: spese sostenute in proprio e spese “sostenute in nome e per conto del cliente”
3. Spese alberghiere e/o di somministrazione: detraibilità IVA, deducibilità dei costi, spese a carico del cliente e spese a carico del professionista
4. Spese di viaggio/trasporto: trasferte con mezzi pubblici e trasferta in auto
5. Spese per automezzi: detraibilità IVA e deducibilità dei costi
6. Spese di rappresentanza: detraibilità IVA e deducibilità dei costi
7. Spese per omaggi ai clienti: detraibilità IVA e deducibilità dei costi
8. Regime fiscale: IRPEF (contabilità ordinaria, contabilità semplificata) e Forfettario
9. Fatturazione: Ritenute d’acconto e rivalsa contributi
10. Vecchio reverse charge: subappalti in edilizia. Nuovo reverse charge: finiture e impianti.

Renzo Semprini Cesari, Ragioniere Commercialista, iscritto all’ODCEC di Rimini.

Renzo Semprini Cesari, 2019, Maggioli Editore
12.90 € 10.97 €
Guida alla fatturazione elettronica tra privati

Guida alla fatturazione elettronica tra privati

Il testo è aggiornato con i più recenti documenti di prassi pubblicati dall'Agenzia delle entrate e con le ultime disposizioni del Decreto fiscale (D.L. 23 ottobre 2018, n. 119,convertito nella Legge 17 dicembre 2018, n. 136), con il quale si è provveduto a semplificare il processo di avvio e di emissione della fatturazione elettronica (ammorbidendo il sistema sanzionatorio), di annotazione delle fatture, di registrazione degli acquisti e di detrazione dell’IVA, nonché a prevedere l’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi.

La trattazione chiarisce le modalità di emissione della fattura elettronica, le tempistiche e il contenuto obbligatorio, dedica ampio spazio di approfondimento al Sistema di Interscambio e individua i soggetti obbligati e quelli esonerati.

Sotto l’aspetto operativo, questa nuovissima Guida presenta i principali servizi di fatturazione elettronica offerti alle imprese e ai professionisti, tenuto conto del ruolo e dei compiti del responsabile alla conservazione.

La parte finale del Manuale è dedicata alle FAQ, con risposte immediate alle principali problematiche da affrontare in materia di fatturazione elettronica e ai documenti di rilevante importanza nel processo.

Nicola Santangelo, Ragioniere, scrittore e blogger con esperienza in ambito contabile e fiscale nella comunicazione d'impresa e nella redazione di business plan. Lavora presso Agenzia Fiscale del Ministero dell'Economia e delle Finanze. È autore di pubblicazioni su fisco, economia, finanza e imprenditoria per primarie testate e riviste di settore. Sui medesimi temi, è relatore in convegni per professionisti.

Nicola Santangelo, 2019, Maggioli Editore
34.00 € 32.30 €

Immagine: iStock/LightFieldStudios


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here