Home Bonus Edilizia Condominio vincolato? No alla detrazione per i pannelli fotovoltaici

Condominio vincolato? No alla detrazione per i pannelli fotovoltaici

Ma non è detto che questa sia l’ultima parola. In fatto di Superbonus, infatti, l’Agenzia ha già cambiato idea più di qualche volta tornando spesso sui suoi passi

268
fotovoltaico edifici vincolati

Condominio vincolato?  al Superbonus nei singoli appartamenti per gli interventi trainati che rientrano tra quelli che danno diritto all’ecobonus. No alla detrazione del 110% per i pannelli fotovoltaici che spetta solo se si fanno anche interventi trainanti.

L’Agenzia delle entrate con la risposta 341 del 23 giugno 2022 gela le aspettative di chi riteneva di poter considerare anche il fotovoltaico come fattibile con la super agevolazione, un parere che  in questo momento, anche alla luce delle dichiarazioni del governo di voler ulteriormente incentivare questi impianti, appare decisamente limitante.

Non perderti: Fotovoltaico: autorizzazioni necessarie a seconda delle tipologie di impianto

Il quesito

La risposta dell’Ade è relativa al quesito del proprietario di un appartamento in un condominio vincolato dai beni culturali, ne quale non è possibile realizzare il cappotto come intervento trainante. Una situazione piuttosto frequente, peraltro, nei centri storici.

>> Fotovoltaico: indipendenza energetica e censure giurisprudenziali verso normative regionali

Per questo il contribuente chiede lumi sulla possibilità di realizzare con il Superbonus gli altri interventi trainanti, considerando che porteranno al miglioramento di due classi energetiche dell’appartamento. E tra lavori trainanti ritiene di poter far rientrare anche l’impianto fotovoltaico.

Leggi anche: La casa senza gas: il fotovoltaico

La lista degli interventi

L’Agenzia per prima cosa conferma che in caso di immobili vincolati la verifica relativa alle classi energetiche raggiunte si deve fare con riferimento alla singola unità. Dopo di che elenca gli interventi ammessi all’agevolazione nel caso specifico.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

Si tratta di:

  • rifacimento degli impianti di riscaldamento,
  • raffrescamento,
  • fornitura di acqua calda sanitaria,
  • sostituzione degli infissi, in quanto questi rientrano letteralmente tra quelli elencati dalle norme (comma 2, art. 119 del decreto Rilancio) tra quelli indicati come interventi “trainati”.

Non così invece l’impianto fotovoltaico.

Potrebbe interessarti: Superbonus Edifici Vincolati, per quali interventi

Fotovoltaico in un comma a sé

Secondo le Entrate, in sostanza il Superbonus previsto per il fotovoltaico non può essere considerato tra gli interventi “trainati” in assenza di interventi trainanti in quanto la detrazione maggiorata è prevista nel comma 5 dello stesso articolo, e non nella lista del comma 2.

Quindi niente detrazione al 110 per cento, dal momento che l’agevolazione per il fotovoltaico è riconosciuta solo in caso di installazione eseguita congiuntamente agli interventi trainanti.

>> Corsa al fotovoltaico: GSE registra un aumento degli impianti nel 2021

Ma non è detto che questa sia l’ultima parola. In fatto di Superbonus, infatti, l’Agenzia ha già cambiato idea più di qualche volta tornando spesso sui suoi passi. C’è da sperare che succeda anche questa volta, considerando tra l’altro che la sostituzione dell’impianto di riscaldamento fa parte degli interventi trainanti se eseguiti negli edifici unifamiliari, come prevede la lettera c) del comma 1 dell’art. 119, richiamato appunto dal comma 5.

Allora perché questa limitazione se di fatto per il Superbonus per gli appartamenti negli immobili vincolati si seguono le stesse regole previste per quelli unifamiliari, e sono previste le stesse scadenze?

Consigliamo

Sistemi Fotovoltaici

Sistemi Fotovoltaici

Il volume è una guida completa i) alla progettazione degli impianti fotovoltaici grid-connected, anche dotati di sistemi di accumulo, ii) alla presentazione degli interventi di manutenzione per ottimizzarne le prestazioni, iii) alla trattazione delle tematiche inerenti agli ammodernamenti tecnologici eseguiti su impianti in esercizio (revamping e repowering), iv) alla generazione distribuita residenziale ed industriale e ai sistemi di potenza multimegawatt ed utility-scale. 

Il testo mostra l’architettura di un sistema fotovoltaico, fornendone gli elementi necessari per il corretto dimensionamento impiantistico, descrivendone approfonditamente l’ingegneria di sistema: dal gruppo di generazione fino al punto di connessione alla rete elettrica.

Il volume è aggiornato alla normativa elettrica vigente, anche con particolare attenzione alle recenti disposizioni normative in tema di implementazione dei sistemi di accumulo all’interno del sistemo elettrico.

Una parte del volume è dedicata all’esercizio in parallelo con la rete elettrica dei sistemi fotovoltaici, descrivendone le tipologie di connessione in bassa, media ed alta tensione, gli aspetti progettuali e l’iter TICA – dalla richiesta di connessione inoltrata al gestore di rete, fino alla realizzazione delle opere di rete. 

Il testo mostra le operazioni di manutenzione ordinaria standard, fino ad arrivare all’analisi termografica realizzata con droni. 

Sono illustrati casi di impianti fotovoltaici “under performing”, e mostrati nel dettaglio esempi di malfunzionamenti o guasti di moduli fotovoltaici ed altri componenti di impianto che comportano riduzione del performance ratio.

Il testo mostra tutti gli adempimenti burocratici a cui occorre ottemperare al fine di evitare sanzioni economiche e garantire il mantenimento del diritto all’incentivo e alle convenzioni GSE per impianti incentivati e impianti fotovoltaici eserciti in grid/market parity.

Di prezioso ausilio pratico risultano essere le 15 relazioni tecniche di impianti fotovoltaici, complete di schemi elettrici e calcoli progettuali – rilasciati nello spazio web a disposizione del lettore.

 

Alessandro Caffarelli
Ingegnere aerospaziale, è CTU presso il Tribunale Ordinario di Roma. Ha progettato e diretto lavori per oltre 700 MW di impianti fotovoltaici ed eolici. È socio fondatore di Intellienergia ed attualmente Business Development Manager per EF Solare Italia.
Giulio de Simone
Ingegnere meccanico, Ph.D. in Ingegneria dell’Energia e Ambiente. È socio fondatore e CEO di Intellienergia. Ha progettato e diretto lavori per oltre 500 MW di impianti di produzione di energia rinnovabile.
Angelo Pignatelli
Ingegnere elettronico, Ph.D. in Ingegneria dei Sistemi, PMP presso il Project Management. Ha progettato e diretto lavori per oltre 200 MW di impianti di produzione di energia rinnovabile. 
Kostantino Tsolakoglou
Ingegnere aerospaziale, MSc, si occupa di sviluppo, progettazione, asset management e O&M di impianti utility scale. È Head of Engineering presso una delle maggiori realtà europee in ambito fotovoltaico. Gli autori sono docenti per conto dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma.

Alessandro Caffarelli, Angelo Pignatelli, Giulio de Simone, Konstantino Tsolakoglou, 2021, Maggioli Editore
69.00 € 65.55 €

Foto:iStock.com/franckreporter


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here