Home Progettazione Impianti Nell’apparente libertà concessa dalle norme si annidano i dubbi applicativi: chiarimenti sul...

Nell’apparente libertà concessa dalle norme si annidano i dubbi applicativi: chiarimenti sul fotovoltaico

La previsione codicistica è sicuramente permissiva ma pone, al contempo, dei paletti alla realizzazione degli impianti. Ecco un'analisi

260
Impianti fotovoltaici

(di P. Costantino) Per uno sviluppo serio e strutturato delle energie rinnovabili – come di tante novità che il Legislatore nazionale vuole introdurre e portare avanti – accompagnare l’elemento virtuoso ed ecologico ad un beneficio economico appare una strategia potenzialmente efficace, specialmente per i privati che intendono attivare questi sistemi principalmente per il proprio fabbisogno familiare.

>> Vorresti ricevere approfondimenti come questo? Clicca qui, è gratis

Le agevolazioni fiscali in vigore (anche) per tutto il 2022 favoriscono, tra gli altri, l’installazione nei condomini di impianti fotovoltaici che possono essere ammessi al superbonus 110%, cioè l’incentivo fiscale introdotto dal “decreto Rilancio” (DL 34/20, conv. in L. 77/20) che consente ai beneficiari di effettuare lavori di riqualificazione energetica, con effetto cd. trainante su altri interventi, quali la ristrutturazione edilizia (che va a godere del medesimo beneficio: cfr. Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 30/E_2020).

Leggi anche: Fotovoltaico: autorizzazioni necessarie a seconda delle tipologie di impianto

Installazione pannelli: manutenzione ordinaria ma…

L’atteggiamento di favore normativo per tali interventi si rinviene anche guardando agli aspetti edilizi: l’installazione di pannelli solari rientra tra gli interventi di manutenzione ordinaria e, dunque, alle regole dell’attività edilizia libera eseguibili “senza alcun titolo abilitativo” (art. 6, DPR 380/01),

Fatte queste premesse di indubbia facilitazione, in sede condominiale l’art. 1122-bis, c.c., consente l’installazione di impianti a FER destinati al servizio di singole unità del condominio “sul lastrico solare, su ogni altra idonea superficie comune e sulle parti di proprietà individuale dell’interessato”, disponendo che nel caso in cui fossero necessarie modificazioni delle parti comuni, l’interessato “ne dà comunicazione all’amministratore indicando il contenuto specifico e le modalità di esecuzione degli interventi”.

L’argomento si sposta così in sede assembleare, che può prescrivereadeguate modalità alternative di esecuzione o imporre cautele a salvaguardia della stabilità, della sicurezza o del decoro architettonico dell’edificio” nonché provvedere “a richiesta degli interessati, a ripartire l’uso del lastrico solare e delle altre superfici comuni, salvaguardando le diverse forme di utilizzo previste dal regolamento di condominio o comunque in atto”, potendo infine “subordinare l’esecuzione alla prestazione, da parte dell’interessato, di idonea garanzia per i danni eventuali”.

Potrebbe interessarti: Obbligo pannelli solari dal 2030 per i nuovi edifici residenziali

Attenzione ai paletti

La previsione codicistica, come si vede, è sicuramente permissiva (in linea con le altre norme citate) ma pone, al contempo, dei paletti alla realizzazione degli impianti, che oltre a non minare la stabilità delle strutture non devono pregiudicare il decoro dell’edificio né l’utilizzo (agevole) delle zone comuni da parte degli altri condomini.

Si tratta evidentemente di elementi di valutazione piuttosto ampi ma poco definiti né definibili a priori, per cui possono finire oggetto di contestazione in sede condominiale, prima, e giudiziale, poi, affidando quindi alla giurisprudenza il compito di chiarire i margini interpretativi lasciati dalla normativa.

Ed è così che una struttura in ferro posta a sostegno di pannelli solari, ammessa sul lastrico solare anche se posta a beneficio di un singolo condominio, è legittima se non lede il decoro dell’edificio “per visibilità, dimensioni, consistenza” oggettivamente riscontrabili (Trib. Milano n. 1259 del 9/2/2021; v. anche Cass. Civ., II, n. 851/2007).

Se però, una volta che l’assemblea abbia acconsentito all’installazione, il condomino non dovesse fornire gli elementi di conoscenza atti a poter qualificare l’intervento (tipo il progetto attuativo, con annessa documentazione grafica) l’assemblea potrebbe legittimamente vietare i lavori per l’installazione (cfr. Cass. Civ., II, ord. n. 28628/17 ), oppure potrebbe imporre all’interessato di prestare, in via preliminare, una particolare garanzia per i danni futuri causati dall’esecuzione di tali lavori (Trib. Milano n. 11707/14), senza mai, però, vietare totalmente i lavori, potendosi limitare soltanto ad imporre, eventualmente, il rispetto di particolari cautele laddove l’opera dovesse influire sulle parti comuni (Trib. Trapani, n. 337/18).

Consigliamo

Sistemi Fotovoltaici

Sistemi Fotovoltaici

Il volume è una guida completa i) alla progettazione degli impianti fotovoltaici grid-connected, anche dotati di sistemi di accumulo, ii) alla presentazione degli interventi di manutenzione per ottimizzarne le prestazioni, iii) alla trattazione delle tematiche inerenti agli ammodernamenti tecnologici eseguiti su impianti in esercizio (revamping e repowering), iv) alla generazione distribuita residenziale ed industriale e ai sistemi di potenza multimegawatt ed utility-scale. 

Il testo mostra l’architettura di un sistema fotovoltaico, fornendone gli elementi necessari per il corretto dimensionamento impiantistico, descrivendone approfonditamente l’ingegneria di sistema: dal gruppo di generazione fino al punto di connessione alla rete elettrica.

Il volume è aggiornato alla normativa elettrica vigente, anche con particolare attenzione alle recenti disposizioni normative in tema di implementazione dei sistemi di accumulo all’interno del sistemo elettrico.

Una parte del volume è dedicata all’esercizio in parallelo con la rete elettrica dei sistemi fotovoltaici, descrivendone le tipologie di connessione in bassa, media ed alta tensione, gli aspetti progettuali e l’iter TICA – dalla richiesta di connessione inoltrata al gestore di rete, fino alla realizzazione delle opere di rete. 

Il testo mostra le operazioni di manutenzione ordinaria standard, fino ad arrivare all’analisi termografica realizzata con droni. 

Sono illustrati casi di impianti fotovoltaici “under performing”, e mostrati nel dettaglio esempi di malfunzionamenti o guasti di moduli fotovoltaici ed altri componenti di impianto che comportano riduzione del performance ratio.

Il testo mostra tutti gli adempimenti burocratici a cui occorre ottemperare al fine di evitare sanzioni economiche e garantire il mantenimento del diritto all’incentivo e alle convenzioni GSE per impianti incentivati e impianti fotovoltaici eserciti in grid/market parity.

Di prezioso ausilio pratico risultano essere le 15 relazioni tecniche di impianti fotovoltaici, complete di schemi elettrici e calcoli progettuali – rilasciati nello spazio web a disposizione del lettore.

 

Alessandro Caffarelli
Ingegnere aerospaziale, è CTU presso il Tribunale Ordinario di Roma. Ha progettato e diretto lavori per oltre 700 MW di impianti fotovoltaici ed eolici. È socio fondatore di Intellienergia ed attualmente Business Development Manager per EF Solare Italia.
Giulio de Simone
Ingegnere meccanico, Ph.D. in Ingegneria dell’Energia e Ambiente. È socio fondatore e CEO di Intellienergia. Ha progettato e diretto lavori per oltre 500 MW di impianti di produzione di energia rinnovabile.
Angelo Pignatelli
Ingegnere elettronico, Ph.D. in Ingegneria dei Sistemi, PMP presso il Project Management. Ha progettato e diretto lavori per oltre 200 MW di impianti di produzione di energia rinnovabile. 
Kostantino Tsolakoglou
Ingegnere aerospaziale, MSc, si occupa di sviluppo, progettazione, asset management e O&M di impianti utility scale. È Head of Engineering presso una delle maggiori realtà europee in ambito fotovoltaico. Gli autori sono docenti per conto dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma.

Alessandro Caffarelli, Angelo Pignatelli, Giulio de Simone, Konstantino Tsolakoglou, 2021, Maggioli Editore
69.00 € 65.55 €
Efficienza energetica degli impianti tecnologici

Efficienza energetica degli impianti tecnologici

Il sistema edificio-impianto è di fondamentale importanza per ottenere prestazioni energetiche ottimali e rispondere così alla crescente esigenza di realizzare o trasformare manufatti edilizi a bassa efficienza in strutture con alte o altissime prestazioni. Purtroppo, gli impianti tecnologici, essendo prevalentemente nascosti all’interno dell’edificio, tendono troppo spesso a essere trattati dagli operatori del settore come elementi di importanza secondaria. Questo libro è stato scritto per rimarcare il loro ruolo centrale.
L’opera, dopo avere fornito alcune fondamentali definizioni e chiarito essenziali concetti base, tratta le principali tipologie di impianti tecnologici: dalla ventilazione meccanica controllata (VMC), agli impianti di riscaldamento, climatizzazione e idrico sanitario fino agli impianti elettrici.
Ogni impianto viene trattato secondo una impostazione base che facilita la consultazione e l’uso del manuale:
• Caratteristiche peculiari
• Indicazioni per la progettazione e l’installazione
• Soluzioni per l’efficienza energetica
• Riferimenti normativi
Ove pertinente, infine, sarà riportato il punto di vista delle norme UNI/TS 11300 quali base di calcolo di riferimento per il recepimento a livello nazionale della legislazione europea sul rendimento energetico in edilizia degli impianti.

Enea Pacini, Architetto, libero professionista, si occupa di progettazione, installazione e manutenzione di impianti. Sostenitore della tesi che “la casa è una macchina per abitare”, da sempre pone l’attenzione sull’analisi del sistema edificio-impianto. Iscritto negli elenchi del Ministero degli interni come professionista antincendio, da diversi anni è socio AICARR.

Volumi collegati
• Manutenzione, ricostruzione e risparmio energetico, N. Mordà, C. Carlucci, M. Stroscia, II ed. 2019
• Impianti idrico-sanitari, di scarico e di raccolta delle acque nell’edilizia residenziale, F. Re Cecconi, M. Fiori, II ed. 2018
• Progettazione degli impianti di climatizzazione, L. De Santoli, F. Mancini, I ed. 2017

Enea Pacini, 2019, Maggioli Editore
28.00 € 26.60 €

Foto:iStock.com/Bilanol


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here