Home Bonus Edilizia Credito imposta 65% strutture ricettive 2022, domande dal 13 al 16 giugno

Credito imposta 65% strutture ricettive 2022, domande dal 13 al 16 giugno

Anche quest'anno le strutture ricettive possono ottenere un credito d’imposta del 65% per le spese per interventi edilizi sostenute tra il 2020 e il 2021. Vediamo le condizioni per accedere all'agevolazione e quali interventi sono ammessi

637
credito imposta 65 strutture ricettive

Anche quest’anno le strutture ricettive potranno ottenere un credito d’imposta del 65% per le spese per interventi edilizi sostenute tra il 1° gennaio 2020 e il 6 novembre 2021. Passato il “click day” relativo al cosiddetto Superbonus Alberghi – che prevedeva invece un credito d’imposta dell’80% – sarà ora possibile inviare le domande per questa agevolazione dal 9 13 al 13 16 giugno 2022.

Il credito d’imposta sarà riconosciuto nei limiti delle risorse disponibili, pari a 380 milioni di euro. Ricordiamo che le strutture ricettive devono risultare esistenti al 1° gennaio 2012 per poter usufruire dell’agevolazione.

>> Non perderti gli aggiornamenti in merito! Clicca qui, è gratis

Credito imposta Alberghi 2022, come funziona

Il Ministero del Turismo il 26 maggio scorso ha messo a disposizione l’Avviso pubblico recante le modalità applicative per l’accesso alla piattaforma online per la concessione del credito d’imposta di cui all’articolo 79 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, ai sensi dell’articolo 5, comma 1, del decreto del Ministro del Turismo di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, il Ministro dello sviluppo economico, il Ministro della transizione ecologica e il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili n. 3934 del 17 marzo 2022.

Strutture ammesse

L’Avviso è rivolto alle strutture ricettive esistenti alla data del 1° gennaio 2012, e si considerano “strutture ricettive”:

  • le “strutture alberghiere“: alberghi, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, ecc.;
  • gli agriturismi;
  • gli stabilimenti termali;
  • le “strutture ricettive all’aria aperta“: villaggi turistici, campeggi, campeggi nell’ambito delle attività agrituristiche, parchi di vacanza, strutture organizzate per la sosta e il pernottamento di diportisti all’interno delle proprie unità da diporto ormeggiate nello specchio acqueo appositamente attrezzato, ecc.

Interventi ammessi

L’agevolazione consiste in un credito d’imposta nella misura del 65% delle spese sostenute, entro il massimo di 200.000 euro, per interventi di:

  • Manutenzione straordinaria;
  • Restauro e risanamento conservativo;
  • Ristrutturazione edilizia;
  • Eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Incremento dell’efficienza energetica;
  • Adozione di misure antisismiche;
  • Acquisto di mobili e componenti d’arredo;
  • Realizzazione di piscine termali (per i soli stabilimenti termali);
  • Acquisizione di attrezzature e apparecchiature necessarie per lo svolgimento delle attività termali (per i soli stabilimenti termali).

Come inviare le domande

Le domande possono essere compilate e presentate dalle ore 12:00 del 13 giugno 2022 alle ore 12:00 del 16 giugno 2022, accedendo alla piattaforma dedicata.

Il link di accesso alla piattaforma sarà pubblicato nella pagina dedicata sul sito del Ministero. Allo stesso link possono essere scaricati tutti i documenti utili.

Eventuali richieste di assistenza potranno essere inviate esclusivamente via mail, scrivendo all’indirizzo assistenza_creditodimposta@ministeroturismo.gov.it.

Consigliamo

Adempimenti e procedure di Sicurezza per Hotel e strutture ricettive

Adempimenti e procedure di Sicurezza per Hotel e strutture ricettive

L’obiettivo di garantire la salute e la sicurezza nell’ambito della struttura alberghiera è un processo continuo, complesso, interdisciplinare, estremamente delicato e finalizzato alla sicurezza sia dei lavoratori che degli ospiti.

L’osservazione delle norme e delle procedure non può essere un atto meramente formale ma deve essere gestito e organizzato sotto i suoi molteplici aspetti in base a un efficiente assetto organizzativo e in modo sistematico.

L’organizzazione aziendale deve quindi prendere coscienza della necessità di intraprendere le azioni più idonee tempestive ed efficaci nell’intento di presidiare e salvaguardare la struttura, tutelare gli ospiti e il personale.

Per garantire questi risultati deve essere impostata un’attività che porti all’adozione di un assetto organizzativo efficiente e adeguato a gestire i rischi tipici dello svolgimento dell’attività alberghiera.

Il presente volume si pone quindi come guida alla gestione della sicurezza in senso più ampio per i vari aspetti anche tecnici che contraddistinguono il settore attraverso una minuziosa analisi delle singole voci offrendo uno strumento di riflessione e di gestione del rischio anche alla luce delle ultime situazioni pandemiche da covid-19.

Massimo Cartone
Geometra, ingegnere e dottore in giurisprudenza, esercita da sempre la libera professione a Milano. Consulente tecnico del Tribunale di Milano, è autore di diverse pubblicazioni tecnico - giuridiche ed è stato professore a contratto presso il Politecnico di Milano - Facoltà di Architettura per i corsi di “Programmazione tecnica ed economica e controllo qualità edilizia”, “Valutazione, programmazione e controllo”, e “Management di progetti complessi”. Attualmente è docente presso il laboratorio di “Costruibilità e Sostenibilità dell’architettura”. Massimo Cartone è membro della R.S.A. (Royal Society for the encouragement of Arts, Manufactures & Commerce), della R.I.C.S. (Royal Institution of Chartered Surveyors) oltre che del C.I.O.B. (Chartered Institute of Building).

Leggi descrizione
Massimo Cartone, 2020, Maggioli Editore
28.00 € 26.60 €

Immagine: iStock/Olga Beliaeva


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here