Home in evidenza Fissaggio carichi facciate con Sistemi a Cappotto: una guida

Fissaggio carichi facciate con Sistemi a Cappotto: una guida

All’interno della guida vengono illustrati alcuni esempi di applicazione dell’elemento di fissaggio per carichi leggeri, medi e pesanti, prima, durante e dopo la posa del Sistema a Cappotto

247

Cortexa presenta la terza guida tecnica della collana “La qualità nel dettaglio” per il corretto fissaggio di carichi in facciate con Sistemi a Cappotto.

Per una corretta esecuzione del Sistema di Isolamento Termico a Cappotto è necessario progettare anche il fissaggio di tutti gli elementi da collocare o riposizionare sulle pareti esterne, quali:

  • staffe per condizionatori,
  • tende da sole,
  • pluviali,
  • ringhiere,
  • lampade e cassette postali.

“Il corretto fissaggio di carichi leggeri, medi e pesanti su Sistemi a Cappotto è un aspetto molto importante per la durabilità del Sistema a Cappotto; pertanto, deve essere attentamente studiato e previsto sin dalla fase di progettazione. È inoltre fondamentale utilizzare prodotti specifici, che garantiscano contemporaneamente le prestazioni meccaniche richieste al fissaggio e l’assenza di ponti termici, per non influire negativamente sull’efficienza del Sistema a Cappotto e sul comfort abitativo”, afferma Marco De Lazzari, membro della Commissione Tecnica di Cortexa e coordinatore del gruppo di lavoro che ha sviluppato la guida.

>> Vorresti ricevere aggiornamenti come questo? Clicca qui, è gratis

Cortexa è un progetto associativo nato nel 2007 e riferimento italiano per il Sistema di Isolamento a Cappotto che riunisce le più importanti aziende del settore dell’Isolamento a Cappotto in Italia, aziende che hanno creduto nella forza di un percorso comune e che condividono la stessa filosofia di attenzione e priorità per la qualità del costruire nel rispetto dell’ambiente. Dal 2007 Cortexa, con il suo “Manuale per l’Applicazione del Sistema a Cappotto” e numerosi progetti e iniziative di informazione e formazione, diffonde e condivide la cultura dell’isolamento a cappotto e dell’edilizia di qualità. Cortexa è socio fondatore di EAE, l’associazione Europea di Produttori di Sistemi a Cappotto.

Potrebbe interessarti: Cappotto Termico e protezione incendi. Cortexa risponde alle domande dei progettisti

I 4 requisiti

Come previsto dal Manuale Cortexa e dalla norma UNI/TR 11715 tutti i carichi, leggeri e pesanti, devono essere fissati al Sistema a Cappotto con l’ausilio di sistemi di fissaggio che, oltre a garantire la riduzione e/o eliminazione del ponte termico, forniscano la portanza adeguata a tutto il ciclo di vita del Sistema a Cappotto”. L’elemento di fissaggio dei carichi in facciata, in particolare, deve soddisfare quattro requisiti principali:

  1. trasferire i carichi applicati alla muratura sottostante o al pannello isolante, in accordo con le certificazioni e/o le specifiche tecniche del prodotto;
  2. resistere agli agenti atmosferici evitando infiltrazioni d’acqua;
  3. minimizzare i ponti termici;
  4. non interferire con il Sistema a Cappotto causando crepe o segni sulla finitura.

I produttori di Sistemi a Cappotto dispongono di un’ampia gamma di elementi di fissaggio, che copre la maggior parte delle applicazioni che si desidera realizzare prima, durante e dopo la posa del cappotto. Oltre a scegliere correttamente l’elemento di fissaggio, è necessario che la posa di questi elementi sia sempre eseguita da personale qualificato, seguendo le indicazioni del produttore.

Potrebbe interessarti: Connessione cappotto finestra: da Cortexa una guida con indicazioni progettuali e applicative

Cosa contiene la guida

All’interno della guida vengono illustrati alcuni esempi di applicazione dell’elemento di fissaggio per carichi leggeri, medi e pesanti, prima, durante e dopo la posa del Sistema a Cappotto.

L’elemento per il fissaggio dei carichi in facciate con Sistema a Cappotto deve essere scelto in base ai seguenti requisiti:

  1. Fase di applicazione dell’elemento: prima, durante o dopo la posa del Sistema a
    Cappotto. Se l’elemento di fissaggio viene posizionato sulla muratura prima della posa del Sistema a Cappotto, la posizione dell’oggetto da fissare deve essere pianificata in fase di progettazione, in modo da dimensionare e installare correttamente l’elemento. Anche per gli elementi che si applicano durante la posa del Sistema a Cappotto, la posizione dell’oggetto da fissare deve essere pianificata durante la progettazione. In questo caso gli elementi vengono montati tipicamente dopo l’incollaggio delle lastre e prima della rasatura armata. Infine, esistono elementi di fissaggio appositi, che permettono di fissare oggetti la cui posizione non è stata pianificata prima della posa del cappotto termico e risultano utili specialmente se l’applicazione dell’oggetto deve essere eseguita su di un Sistema a Cappotto esistente.
  2. Tipologia di carico applicato: per mantenere le prestazioni nel tempo, l’elemento di fissaggio deve essere in grado di contrastare le forze agenti costituite dal peso dell’oggetto da fissare; dal carico di utilizzo, come la persona che si appoggia alla ringhiera; dai carichi variabili, come il vento su una tenda da sole.
  3. Eventuali requisiti strutturali, dinamici o di sicurezza richiesti, ad esempio per l’applicazione di parapetti, balconi, tettoie e pensiline. È fondamentale che il progettista verifichi il corretto dimensionamento.

>> Stai seguendo un progetto? In questa sezione proponiamo soluzioni che possono aiutarti nella scelta di prodotti e tecniche da applicare in cantiere

Errori da evitare

All’interno della guida, – alla quale hanno collaborato oltre a De Lazzari anche i membri della Commissione Tecnica Lorenzo Villa e Massimo Maniero – sono indicati anche una serie di problematiche legate all’utilizzo di sistemi di fissaggio non conformi. Si tratta per lo più di soluzioni fai da te, che non sono in grado di soddisfare tutti i requisiti richiesti e, di conseguenza, causano diversi problemi, quali la creazione di ponti termici e le infiltrazioni di acqua, che si verificano in corrispondenza del punto di ancoraggio non opportunamente sigillato.

>> Scarica gratuitamente la Guida Cortexa <<

Consigliamo

Il Manuale di progettazione per la riqualificazione energetica sugli aspetti fiscali del Superbonus 110. Indicazioni pratiche sulla progettazione dell’efficienza energetica al fine di garantire il doppio salto di classe e le performance richieste dalla normativa in materia.

>> Guarda il prezzo del volume su Amazon!

Non perderti

Gli isolanti termici in edilizia

Gli isolanti termici in edilizia

Il tema degli isolanti termici per l’edilizia rappresenta uno dei più importanti ambiti nel settore delle costruzioni contemporaneo.

I livelli progressivamente crescenti nella richiesta di contenimento dei consumi energetici da un lato e le ricadute di un’ampia attività di ricerca dall’altro, hanno spinto in tempi recenti verso soluzioni tecniche e applicazioni degli isolanti sempre più estese e mirate.

Il volume raccoglie, organizza e contestualizza l’argomento, offrendo al progettista uno strumento utile per un approccio strutturato. 

La prima parte presenta un quadro complessivo del contesto storico nel quale il tema si colloca, con riferimenti alle relazioni tra attività antropiche e alterazioni climatiche, al ruolo delle costruzioni nel bilancio energetico complessivo e all’evoluzione degli isolanti.

La seconda parte è focalizzata sui principi di trasmissione del calore, sulle principali proprietà degli isolanti termici (conducibilità, trasmittanza, resistenza termica, inerzia, igrotermia, ecc.), e sui parametri e fattori che portano alla definizione delle condizioni di benessere termico.

La terza parte tratta le varie soluzioni per l’isolamento termico degli edifici e le tecniche di applicazione; in particolare, viene approfondito il tema dell’isolamento a cappotto e le conseguenze di una sua cattiva messa in opera.

La quarta parte comprende, sotto forma di schede, le informazioni tecniche e le proprietà di oltre trenta materiali isolanti per le costruzioni.

Corredate da immagini che riportano l’aspetto del prodotto e le sue applicazioni, le schede raccolgono la maggior quantità possibile di informazioni su prestazioni e caratteristiche. 

La quinta parte affronta il tema del profilo ambientale dei materiali isolanti nel ciclo di vita, per sottolineare l’attenzione alla dimensione ambientale degli isolanti termici, con particolare riferimento al quadro normativo e agli strumenti messi a disposizione per aiutare il progettista nella più appropriata scelta di prodotto.

Il volume è completato da un quadro aggiornato per quanto riguarda la normativa di settore e un glossario sulle proprietà termoigrometriche e sulla terminologia corrente relativo a materiali e prodotti termoisolanti e alle loro forme di fornitura e applicazioni.

Massimo Rossetti
Professore Associato in Tecnologia dell’Architettura presso l’Università Iuav di Venezia. È Direttore del Corso di Laurea Architettura Costruzione Conservazione e svolge attività di ricerca sui temi dell’innovazione tecnologica e della sostenibilità.
Domenico Pepe
Laurea in Architettura Ingegneria Edile, divulgatore sui temi dell’efficienza energetica. È progettista esperto di edifici certificati CasaClima secondo il protocollo dell’Agenzia CasaClima di Bolzano grazie al suo metodo www.casaclimafacile.it.

Leggi descrizione
Massimo Rossetti, Domenico Pepe, 2020, Maggioli Editore
33.00 € 31.35 €

Foto:Cortexa


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here