Home Soluzioni progettuali Soluzioni di isolamento Risparmio energetico con copertura bianca riflettente: meno consumi e meno emissioni

Risparmio energetico con copertura bianca riflettente: meno consumi e meno emissioni

Il sistema riflettente per edifici a risparmio energetico in grado anche di ridurre le temperature interne ai fabbricati. Due soluzioni e un caso pratico

308

Triflex è leader internazionale nelle soluzioni di impermeabilizzazione liquide a base di PMMA, che trovano applicazione in tetti piani, tetti verdi, balconi, terrazze, parcheggi, segnaletica orizzontale, applicazioni in sedi industriali e progetti speciali quali impianti sciistici e di produzione di energia, soggetti a sollecitazioni meccaniche molto intense.

Il risparmio energetico degli edifici è uno degli obbiettivi principali di una buona progettazione. Risparmi consistenti nel fabbisogno energetico globale di un edificio possono essere assicurati dalla realizzazione di una copertura riflettente bianca del tetto con Triflex ProSolarsistema di impermeabilizzazione liquido a base di PMMA e riflettente – che consente di:

  • riflettere la luce solare in modo più efficace rispetto a qualsiasi altro colore, assorbendo allo stesso tempo meno calore;
  • ridurre la temperatura media all’interno dell’edificio, diminuendo la necessità di impiego di condizionatori d’aria con un notevole vantaggio sia a livello economico che ambientale, dato dalla riduzione di emissioni di gas serra e di inquinamento atmosferico;
  • ottenere una temperatura superficiale di 40°C e una temperatura media interna all’edificio di 25°C, di molto inferiore rispetto a quella degli edifici con rivestimento del tetto in colore nero, i cui valori sono di 80°C esterni e 30°C interni;
  • in caso di installazione di pannelli fotovoltaici, migliorare le prestazioni dell’impianto e facilitare la manutenzione della superficie.
Foto 1.

Il sistema ProSolar di Triflex: la soluzione per le coperture riflettenti

La gamma Triflex ProSolar si suddivide in due differenti sistemi.

1 ) Triflex ProSolar Eco è un rivestimento riflettente, la soluzione perfetta da adottare in caso di riqualificazione di un tetto che non necessita del ripristino dello strado di impermeabilizzazione, ma solo di un intervento a livello di rivestimento. I benefici dell’impiego di questo prodotto sono molteplici:

  • Asciugatura in meno di 30 minuti;
  • Applicazione con o senza primer;
  • Semplice da implementare;
  • Eccellente resistenza ai raggi UV e agli agenti chimici;
  • Compatibile con l’impermeabilizzazione esistente;
  • Non nocivo.

>>> Potrebbe interessarti anche: Bonus Facciate per riqualificare i balconi, quali sistemi impermeabilizzanti scegliere

2) Triflex ProSolar Comfort è l’impermeabilizzante liquido bianco armato che consente di ottenere una impermeabilizzazione sicura e di lunga durata.

Il sistema è ideale sia per opere di ripristino di edifici esistenti, su calcestruzzo o su una vecchia impermeabilizzazione, sia per nuove costruzioni.

Diversi sono i benefici di questa soluzione:

  • Tutti i vantaggi del rivestimento riflettente, combinati con un sistema di impermeabilizzazione liquido rinforzato;
  • Durabilità stimata in più di 25 anni;
  • Crack bridging dinamico e statico.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

La riqualificazione della copertura in una località marina con temperature elevate (Villa Elena a Ibiza)

Foto 2. Villa Elena, Ibiza, Triflex Prosolar.

Il progetto di riqualificazione del tetto di villa Elena, una villa privata situata a Ibiza in Spagna, prevedeva la rimozione dell’impermeabilizzazione esistente in guaina bituminosa che non era più in grado di garantire il giusto comfort abitativo in termini di raffrescamento.

Il progetto richiedeva, inoltre, che la nuova impermeabilizzazione venisse realizzata con un sistema di lunga durata, in grado di resistere agli agenti atmosferici, nello specifico ai raggi UV e IR. L’azienda appaltatrice dei lavori ha optato per l’impiego del sistema di impermeabilizzazione liquido Triflex ProSolar.

Le fasi del progetto:

  1. La prima prevedeva la rimozione della guaina e l’impermeabilizzazione di tutti i dettagli complessi con Triflex ProDetail, in particolare i risvolti verticali perimetrali, i raccordi agli scarichi verticali e laterali della copertura e i perimetri di tutti gli abbaini presenti in copertura;
  2. Una volta ultimate le lavorazioni di ripristino dei punti di connessione e dei dettagli, la restante superficie orizzontale è stata impermeabilizzata con il sistema di impermeabilizzazione Triflex ProSolar. La copertura ha assunto così una colorazione molto più chiara rispetto al nero della vecchia guaina, con un valore di riflessione della luce solare molto più elevato, apportando un beneficio immediato di raffrescamento all’interno della villa.

Per saperne di più:

Triflex


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here