Home Progettazione Appalti Caro materiali. In Gazzetta Decreto MIMS con gli aumenti del secondo semestre...

Caro materiali. In Gazzetta Decreto MIMS con gli aumenti del secondo semestre 2021

Pubblicata la tabella con le variazioni di prezzo, che superano la percentuale che dà diritto alla compensazione dei prezzi, per il secondo semestre 2021

14606
Caro materiali secondo semestre 2021

(Articolo in aggiornamento) Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili rileva i nuovi aumenti dei materiali (in riferimento alla seconda metà dell’anno 2021) da tenere in considerazione per l’attuazione delle compensazioni alle imprese che effettuano lavorazioni nel settore opere pubbliche.

Gli aumenti dei prezzi rilevati per il primo semestre 2021 sono stati resi noti con il d.M. 11 novembre 2021 e relativi allegati oltre alla Circolare 25 novembre 2021 del MIMS. 

Con il Decreto MIMS 4 maggio 2022, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie generale n. 110 del 12 maggio 2022vengono invece rilevate le variazioni percentuali, in aumento o in diminuzione, superiori all’8%, relative al secondo semestre 2021.

Il prossimo passaggio prevede ulteriore decreto con gli scostamenti percentuali dei prezzi dei materiali da costruzione per il primo semestre del 2022.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

La tabella presenta i materiali da costruzione con variazione percentuale del prezzo superiore all’8%, verificatasi nel secondo semestre dell’anno 2021 rispetto al prezzo medio dell’anno 2020.

Ricordiamo poi che nella Gazzetta del 30 aprile 2022 è stato pubblicato il Decreto 5 aprile 2022 che stabilisce le Modalità di utilizzo del Fondo di 100 milioni per l’adeguamento dei prezzi dei materiali da costruzione per il secondo semestre dell’anno 2021.

Vediamo nel dettaglio quali sono i materiali che hanno subito gli aumenti maggiori.

Leggi anche l’articolo: Compensazione caro materiali: ok agli aiuti a lavori terminati ma con atto di collaudo non approvato e guarda il video-corso gratuitoCompensazione prezzi dei materiali nelle opere pubbliche, criteri e procedure

Rincari più alti per acciaio e legno

Per il primo semestre 2021 sono stati rilevati aumenti oltre l’8% per 36 materiali su 56, mentre dalla nuova tabella emerge un incremento del numero dei materiali edili soggetti al rincaro.

Il MIMS ha reso noto che la variazione percentuale media dei 56 materiali, in riferimento al secondo semestre 2021, è pari al 36% mentre per il primo semestre si aggirava attorno al 19%.

UTILE!! Consigliamo il quaderno Funzioni e responsabilità del RUP nell’ambito dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture che risponde ad una precisa esigenza: quella di accompagnare il tecnico in tutte le fasi del processo di attuazione di contratti pubblici per l’esecuzione di lavori, servizi e forniture potendo fare riferimento ad un supporto operativo completo e di immediata efficacia.

I più colpiti sono i prodotti realizzati con legno e acciaio (rispetto alla media del 2020):

  1. Nastri in acciaio per manufatti e per barriere stradali, anche zincati +113,85%
  2. Lamiere in acciaio zincate per lattoneria (gronde, pluviali e relativi accessori) +85,76%
  3. Lamiere in acciaio “Corten” +84,27%
  4. Ferro – acciaio tondo per cemento armato Kg + 72,25%
  5. Rete elettrosaldata + 71,80%
  6. Laminati in acciaio profilati a freddo +75,98%
  7. Lamiere in acciaio di qualsiasi spessore lisce, piane, striate + 75,42%
  8. Travi laminate in acciaio di qualsiasi tipo e spessore per impieghi strutturali e per centine +66,47%

Come ottenere le compensazioni? Leggi qui

Risorse non utilizzate per il primo semestre dirottate sul secondo

Sul tema si è espresso il Ministro Giovannini: “sulla base dei dati provvisori finora elaborati, si nota una netta accelerazione dei prezzi dei materiali di costruzione nel secondo semestre del 2021. In particolare: la variazione percentuale media dei 56 materiali inseriti nel paniere è pari al 36%; per la quasi totalità dei materiali la variazione è superiore all’8 per cento (pre-condizione per essere oggetto di compensazione); per circa i due terzi dei materiali la variazione è stata superiore al 20%”. 

>> Stai seguendo un progetto? In questa sezione proponiamo soluzioni che possono aiutarti nella scelta di prodotti e tecniche da applicare in cantiere

Sulla disponibilità dei fondi, il ministro del MIMS ha dichiarato che circa la metà delle risorse del primo semestre non sarà utilizzata, pertanto i fondi rimanenti verranno dirottati sul secondo.

Ricordiamo che con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n.67 del 21 marzo, il Decreto n.21/2022 detto anche Ucraina-Bis, sono stati stanziati 320 milioni in più per le compensazioni, per l’anno 2022, legate all’aumento prezzi materiali in edilizia.

Per l’anno 2022, le compensazioni che verranno calcolate dal 27 gennaio 2022 (data di entrata in vigore del d.l. 27 gennaio 2022, n.4) fino al 31 dicembre 2023 definiranno solo i materiali da costruzione che abbiano subito variazioni in aumento o in diminuzione del 5%.

Non perderti: Caro materiali: da ANCE un modello per le imprese per richiedere sospensione lavori

Cantieri rallentati

Per non rischiare ritardi, il MIMS ha inviato la Circolare del 5 aprile 2022 alle principali stazioni appaltanti pubbliche (Provveditorati Interregionali per le opere pubbliche, Autorità di sistema portuale, Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, società Rete Ferroviaria Italiana S.p.a., società Anas S.p.a.) fornendo indicazioni a procedere il più tempestivamente possibile al pagamento delle compensazioni alle imprese dovute agli aumenti dei prezzi dei materiali in riferimento al 2021 > ne abbiamo parlato meglio qui <

Guarda la video lezione sui criteri e le procedure di calcolo della compensazione.

> Scarica il Decreto MIMS aumenti secondo semestre 2021 <

> Scarica la Gazzetta con il Decreto aumenti secondo semestre 2021 <

Consigliamo

Una guida per le opere pubbliche con approfondimenti su:

• il coordinamento e il monitoraggio del PNRR
• misure per accelerare la realizzazione degli interventi pubblici
• le nuove funzioni assegnate al RUP
• modifiche alle procedure degli affidamenti sotto-soglia
• il nuovo appalto integrato
• le modifiche al subappalto

>> Guarda il prezzo del volume su Amazon!

Foto:iStock.com/scotto72


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here