Home Professionisti Eventi e Formazione BIM: torna la 5° Conferenza Nazionale IBIMI – buildingSMART Italia

BIM: torna la 5° Conferenza Nazionale IBIMI – buildingSMART Italia

Un'occasione per nuovi spunti di riflessione sulla condivisione delle migliori pratiche e conoscenze sullo sviluppo tecnologico e di standardizzazione della metodologia OpenBIM. Le istruzioni per partecipare

159

(Articolo in aggiornamento) Si avvicina l’appuntamento con la 5° Conferenza Nazionale di IBIMI buildingSMART Italia.

La 5° edizione del 2022 si svolgerà il 19 maggio 2022 in maniera “ibrida” perché oltre allo streaming su piattaforma GoToWebinar è previsto un incontro in presenza che si terrà nel cuore di Roma, presso il Centro Congressi Fontana di Trevi, situato nello splendido palazzo voluto da Benedetto XV come sede dell’Università Gregoriana, e si svolgerà nella Sala Loyola.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

La finalità dell’evento è quella di condividere delle migliori pratiche e conoscenze sull’andamento dello sviluppo tecnologico e di standardizzazione della metodologia OpenBIM.

Il CNI riconosce agli ingegneri che parteciperanno alla Conferenza 3 crediti formativi per le sessioni mattutine e per quelle pomeridiane, per un totale di 6CFP > per maggiori dettagli <

Vediamo nel dettaglio le sessioni e il programma della conferenza.

Potrebbe interessarti: Costruzioni e BIM: accordo IBIMI – GS1 Italy per un linguaggio globale interoperabile

4 sessioni dedicate all’applicazione degli standard open data

La conferenza sarà strutturata in 4 sessioni, ciascuna delle quali dedicata ad un diverso ambito di applicazione degli standard open data.

Ripercorrendo le attività svolte all’interno dei gruppi di lavoro e attraverso la presentazione di casi studio e best practice, con l’obiettivo di analizzare i molteplici aspetti dell’approccio OpenBIM da strumento a:

  • supporto della messa in opera del PNRR per le Pubbliche Amministrazioni Locali,
  • risorsa per una progettazione coordinata nell’intero Lifecycle del costruito,
  • supporto nell’applicazione alle opere puntuali per il miglioramento delle performance dell’edificio,
  • volano per il rilancio delle grandi opere previste dal PNRR con la release di IFC 4.3.

Prima sessione

La prima sessione in scaletta sarà dedicata all’ “OpenBIM per la Pubblica Amministrazione Locale: strumenti aperti a supporto della messa in opera del PNRR” e offrirà un focus sullo stato dell’arte del Rilascio Digitale dei Permessi Edilizi e sui prossimi passi da intraprendere in questa direzione, nell’ottica di perseguire l’obiettivo di semplificazione che è al cuore della riforma delle PA.

Seconda sessione

Seguirà un approfondimento su “OpenBIM per la progettazione Architettonica: sfide e soluzioni dal modello alla manutenzione”. Il presidente dell’associazione Anna Moreno aprirà la sessione con un intervento sui benefici di un approccio BIM-based per un patrimonio edilizio più sostenibile. I numerosi incentivi statali stanziati per le opere di ristrutturazione e riqualificazione da un lato, e l’importanza della digitalizzazione in tutte le agende politiche nazionali ed internazionali dall’altro, rendono il tema estremamente attuale. Su questa riflessione si innesterà l’intervento di Dario Garavaglia Graphisoft ed Ernesto MinnucciMinnucci Associati sul progetto europeo BEEP, che mira a incentivare l’utilizzo del BIM per migliorare la performance energetica del settore edile. Seguirà la presentazione di un caso studio sull’implementazione BIM per gli impianti industriali a cura di Maria Grazie Costa di SACEE per poi concludere con un intervento del vice presidente Lorenzo Nissim su come il ricorso alla blockchain possa garantire la certezza dei dati durante l’intero lifecycle di un asset.

Terza sessione

La terza sessione sarà dedicata ad OpenBIM per la sostenibilità dell’edificio: applicazione alle opere puntuali per il miglioramento della performance”.

I lavori si apriranno con la presentazione del costituendo gruppo di lavoro IBIMI buildingSMART su Strutture, nato in collaborazione con ISI – Ingengeria Sisminca Italiana, che avvierà le sue attività subito dopo il termine della fase di engagement attualmente in corso.

Seguirà un intervento sull’edilizia innovativa a cura di Luca Cotta Ramusino per RefinemySite from BOSCH, che parlerà di programmazione collaborativa in cantiere e digital twin. A seguire Andrea Aiello e Stefano Ricatti, coordinatori del gruppo di lavoro su Impianti Elettrici e Speciali, offriranno una panoramica per un corretto approccio alla modellazione degli impianti con OpenBIM tramite la presentazione del caso degli Impianti di Rivelazione e Allarme Incendi (IRAI).

La sessione si concluderà con una riflessione sulle nuove sfide formative che si pongono per i professionisti BIM, e le opportunità di qualificazione e riconoscimento internazionale offerte da buildingSMART.

Quarta sessione

La sessione conclusiva della conferenza sarà dedicata ad “OpenBIM per le infrastrutture a supporto delle grandi opere per il rilancio del Paese”, e punterà a mostrare, tramite la presentazione dello standard IFC4.3 e le testimonianze di ANAS ed RFI, come l’OpenBIM possa essere un valido strumento per coadiuvare la ripresa del sistema Italia.

L’applicazione del BIM alle infrastrutture ricopre ben due delle priorità per la ripresa del Paese, ossia le grandi opere e la digitalizzazione. Il metodo openBIM come opportunità per supportare il rilancio del sistema Italia.

La sessione verrà aperta da Paolo Borin, referente italliano Infrastructure Room, che con Giulia Minnucci, coordinatore gdl OpenBIM for Rail e Rachele Bernardello coordinatore gdl IFC Road, presenteranno lo standard e le linee guida per il mercato, con riferimenti tanto al contesto nazionale quanto a quello internazionale.

A seguire si andrà nello specifico dell’applicazione alle infrastrutture stradarie, con un intervento di Ernesto Sacco di ANAS ed un esempio di implementazione dell’IFC a cura di SierraSoft, per poi passare alle infrastrutture ferroviarie, tema su cui interverranno Modestino Ferraro di RFI e Michelangelo Cianciulli, referente della Technical Room di IBIMI.

Un’occasione per nuovi spunti di riflessione sulla vision di lungo termine, esplorando possibili scenari futuri, e sulle nuove sfide e opportunità per i professionisti, tra formazione, qualifiche e certificazioni.

Vorresti saperne di più sui formati aperti per la progettazione in BIM?

Guarda la video lezione gratuita

Il programma della conferenza

  • 9:30_Saluti istituzionali ed introduzione ai temi della conferenzaAnna Moreno, Presidente IBIMI bS e Lorenzo Nissim, Vicepresidente IBIMI bS
  • 10:00_OpenBIM per la Pubblica Amministrazione Locale: strumenti aperti a supporto della messa in opera del PNRR
    • Il rilascio digitale dei permessi edilizi: cosa si sta facendo e cosa c’è da fareFranco Coin, coordinatore gdl Rilascio Digitale dei Permessi Edilizi
    • Perché il rilascio digitale dei permessi serve. Un’opinione importanteDonatella Fochesato, RFI
    • Il parere di chi vive nella Pubblica Amministrazione localeMilena Coccia, dirigente del Comune di Ascoli Piceno
    • Verso la digitalizzazione dei processi autorizzativi: il progetto Fire Digital CheckMarco Cavriani, VVF e Giuseppe Amaro, GAe Engineering
  • 11:00_Coffee break
  • 11:30_OpenBIM per la progettazione architettonica: sfide e soluzioni dal modello alla manutenzione
    • OpenBIM per un patrimonio edilizio più sostenibile, dall’analisi preliminare alla gestioneAnna Moreno, coordinatore gdl Efficienza Energetica negli Edifici Storici
    • L’Open BIM con il progetto europeo BEEPDario Garavaglia, Graphisoft ed Ernesto Minnucci, Minnucci Associati
    • Il BIM per gli impianti industriali: coordinamento multidisciplinare, gestione e mantenimento – Maria Grazia Costa, Sacee
    • Responsabilizzazione delle parti e affidabilità delle informazioni: la blockchain per aumentare la fiducia lungo tutto il ciclo di vita di un assetLorenzo Nissim, coordinatore gdl BIM&Blockchain IBIMI buildingSMART
  • 13:00_Lunch break
  • 14:00_OpenBIM per la sostenibilità dell’edificio: applicazione alle opere puntuali per il miglioramento della performance
    • Presentazione del nuovo gruppo di lavoro Strutture 
    • Programmazione collaborativa: il gemello digitale in cantiere – Luca Cotta Ramusino, BOSCH
    • OpenBIM per un corretto approccio alla modellazione degli impianti elettrici e speciali: il caso degli Impianti di Rivelazione e Allarme Incendi (IRAI)Stefano Ricatti e Andrea Aiello, coordinatori del gdl Impianti Elettrici e Speciali IBIMI buildingSMART
    • Strategia italiana per la qualificazione dei professionisti BIM: tra legge 4/2013 e programma di certificazione buildingSMARTMario Napolitano, coordinatore Programma Professione IBIMI buildingSMARTi
  • 15:30_Coffee break
  • 16:00_OpenBIM per le infrastrutture a supporto delle grandi opere per il rilancio del Paese
    • IFC:standard e linee guida per il mercato Paolo Borin, referente Infrastructure Room IBIMI buildingSMART
    • OpenBIM per le infrastrutture: lo scenario nazionale e la prospettiva internazionaleGiulia Minnucci, coordinatore gdl OpenBIM for Rail e Rachele Bernardello, coordinatore gdl IFCRoad.
    • OpenBIM per i grandi committenti italiani: l’esperienza di ANASErnesto Sacco, ANAS
    • Modellazione Informativa di strade e ferrovie in IFC con SierraSoft Infra Design Studio – Mauro Coletto, Sierrasoft
    • OpenBIM per i grandi committenti italiani: la testimonianza di RFIModestino Ferraro, RFI
    • Infrastruttura esistente in IFC 4.3 – Michelangelo Cianciulli, referente Technical Room IBIMI buildingSMART
  • 17:45_Saluti conclusivi e fine dei lavori

Leggi anche: File IFC BIM. Utilizzo, versioni e definizioni MVD

Come partecipare

Sono aperte le iscrizioni. I biglietti per la partecipazione in presenza (comprensivi di catering) sono attualmente in promozione alla tariffa Early Bird di 64€ iva inclusa.

La partecipazione è gratuita su piattaforma GoToWebinar.

Ricordiamo che IBIMI è un’associazione no profit iscritta al MISE ai sensi della legge 4 del 2013, con l’intento di supportare e promuovere la digitalizzazione dell’industria delle costruzioni.

L’associazione, divenuta un attore chiave del BIM in Italia, rappresenta un mediatore neutrale tra tutti gli stakeholder della filiera edile, costituendo uno spazio unico di scambio e dialogo, in cui i professionisti del BIM condividono la loro esperienza per aumentare le proprie competenze.

Dal 2019 IBIMI è il capitolo italiano di buildingSMART International, la rete mondiale che lavora sulle sfide internazionali dello smart building.

>> Per la preiscrizione segui questo link <<

5° Conferenza Nazionale IBIMI – buildingSMART Italy
19 maggio 2022 ore 9:30 – 18:00
Centro Congressi Fontana di Trevi, Piazza della Pilotta, 4 – Roma
e su piattaforma GoToWebinar

Ediltecnico è tra i communication partners dell’evento.

Per maggiori informazioni > www.ibimi.it

Consigliamo

eBIM: Existing Building Information Modeling per edifici esistenti

eBIM: Existing Building Information Modeling per edifici esistenti

La filiera delle costruzioni sta affrontando una profonda trasformazione come conseguenza della necessità di ripensare da un lato la propria competitività dall’altro l’effettiva sostenibilità, lungo l’intero ciclo di vita dell’opera, dei processi di progettazione, produzione e gestione del costruito, soprattutto esistente.

La diffusione e la crescente accessibilità di tecnologie ICT integrate, quali gli strumenti Building Information Modeling, consentono oggi di supportare lo sviluppo di livelli di industrializzazione crescente della filiera, permettendo anche di recuperare l’esistente.

Il nuovo Codice degli Appalti, il decreto BIM e la norma UNI 11337 rappresentano una parte del quadro normativo, in continua evoluzione, che consente già la possibilità di un’effettiva collaborazione tra pubblico e privato per il raggiungimento degli standard minimi già adottati.

La presente opera affronta tali tematiche con riferimento al più complesso progetto dell’intervento sul costruito, trattando:
• l’integrazione dei dati da rilievo integrato al modello BIM del progetto;
• la gestione dei processi e delle procedure per lo scambio delle informazioni relative al progetto; la redazione e l’implementazione del BIM Execution Plan del progetto;
• l’assistenza alla definizione degli output di progetto specifici di ciascun gruppo di lavoro;
• la gestione dell’integrazione delle informazioni prodotte dai gruppi di lavoro ai quali sono affidate specifiche task del progetto (architettoniche, strutturali, impiantistiche);
• la gestione dell’interoperabilità del dato al fine di assicurare l’affidabilità e la coerenza dei flussi informativi relativi al progetto.

Marcello Balzani
Architetto, Dottore di ricerca, Professore Ordinario di Disegno presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli studi di Ferrara, Responsabile Scientifico del Laboratorio di ricerca industriale TekneHub, Tecnopolo di Ferrara e Presidente del Clust-ER BUILD, Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna. Responsabile scientifico di numerosi progetti di ricerca e alta formazione, nazionali e internazionali, sui temi del Rilievo digitale e della diagnostica integrati e dell’applicazione di strumenti di Building Information Modeling per la Documentazione e gestione del patrimonio culturale e del patrimonio costruito esistente, è Autore di oltre cento pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali.
Luca Ferrari
Laureato in Ingegneria Civile ad indirizzo Strutturale al Politecnico di Milano, dal 1985 al 1989 ha collaborato con lo Studio di progettazione strutturale Finzi & Associati e successivamente è Co-fondatore nel 1990 della Harpaceas, leader in Italia per i servizi di consulenza volti all’implementazione della metodologia BIM, nella quale occupa, da allora, il ruolo di Direttore Generale. Già Presidente dell’Associazione Ingegneria Sismica Italiana (ISI) e attualmente Consigliere, dal 2015 al 2017 ricopre la carica di Vicepresidente dell’Associazione buildingSmart Italia. Ha partecipato come Relatore o Moderatore ad alcune decine di convegni dedicati ai temi del BIM e dell’Ingegneria Sismica.
Fabiana Raco
Architetto, Dottore di ricerca, Coordinatore tecnico del Laboratorio di ricerca industriale TekneHub, Tecnopolo di Ferrara, del quale è Referente nell’ambito di tavoli di lavoro permanente sui temi della Digitalizzazione della filiera nell’ambito Clust-ER BUILD, Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna. Responsabile scientifico e Coordinatore di progetti di ricerca e alta formazione, nazionali e internazionali, sui temi del Rilievo digitale e della diagnostica integrati e dell’applicazione di strumenti di Building Information Modeling per la documentazione e gestione del patrimonio culturale e del patrimonio costruito esistente, è Autore di numerose pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali.

Leggi descrizione
Marcello Balzani, Luca Ferrari, Fabiana Raco, 2021, Maggioli Editore
44.00 € 41.80 €

Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here