Normativa Prevenzione Incendi

    372

    Consulta il Nuovo Testo Unico di Prevenzione Incendi pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 20 agosto 2015.

    APPROFONDISCI l’argomento con il primo e unico manuale-guida al Nuovo Testo Unico Prevenzione Incendi:

    Nuovo Manuale di Prevenzione Incendi

    Nuovo Manuale di Prevenzione Incendi

    C. Giacalone, 2016, Maggioli Editore

    L’emanazione del decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n.
    151 ha avviato il processo di rinnovamento e di semplificazione dei procedimenti
    amministrativi per le attività soggette ai controlli di prevenzione incendi,
    il cui obiettivo...

    89,00 € 69,00 € Acquista

    su www.maggiolieditore.it

    Leggi anche l’articolo Prevenzione incendi: nuove linee guida per gli edifici sottoposti a tutela.

     

    Norme antincendio nelle scuole: prima scadenza 26 agosto

    Il decreto 12 maggio del ministero dell’Interno in vigore dal 26 maggio avvia il piano per l’adeguamento delle norme antincendio nelle scuole esistenti. Esclusi gli asili nido. Con due anni di ritardo il decreto stabilisce le scadenze entro le quali tutte le scuole non in regola con la normativa antincendio (sono circa il 60%) ed esistenti alla data di entrata in vigore del provvedimento dovranno mettere in atto gli adempimenti prescritti dalla regola tecnica del 1992. Leggi l’articolo sulle norme antincendio nelle scuole.

     

    Nuovo testo Unico Prevenzione Incendi

    L’obiettivo del Nuovo Testo Unico Prevenzione Incendi è ambizioso: ridurre ad appena 200 pagine la normativa tecnica per l’antincendio dalle attuali mille e più. Questo obiettivo rende necessaria l’introduzione di un nuovo quadro della regolamentazione tecnica e di un nuovo approccio metodologico più aderente al progresso tecnologico, che superi l’articolata e complessa stratificazione di norme, circolari e pareri del vigente panorama normativo di riferimento di settore.

    Prevenzione incendi

     

    Principi base del Testo Unico Prevenzione Incendi

    Il Nuovo Testo Unico Prevenzione Incendi si basa su 9 principi cardine.

    1. modularità: la materia è strutturata in moduli accessibili, che guidano il progettista verso soluzioni progettuali appropriate per la specifica attività;

    2. generalità: le medesime metodologie di progettazione della sicurezza antincendio sono applicabili a tutte le attività;

    3. semplicità: dove ci sono diverse possibilità per raggiungere il medesimo risultato si prediligono soluzioni più semplici;

    4. standardizzazione: il linguaggio in materia di prevenzione incendi è conformato agli standard internazionali;

    5. flessibilità: per ogni livello di prestazione di sicurezza antincendio richiesto all’attività sono indicate diverse soluzioni progettuali prescrittive o prestazionali. Il progettista antincendio può individuare autonomamente specifiche soluzioni progettuali alternative, nel rispetto degli obiettivi di sicurezza antincendio;

    6. aggiornabilità: può essere facilmente aggiornato al continuo avanzamento tecnologico e delle conoscenze;

    7. integrazione: vengono unificate le diverse disposizioni previste nei documenti esistenti della prevenzione incendi in ambito nazionale;

    8. inclusione: le persone che frequentano le attività sono considerate un fattore sensibile nella progettazione della sicurezza antincendio;

    9. importanza della ricerca: il documento è basato sui risultati della ricerca scientifica nazionale e internazionale nel campo della sicurezza e della prevenzione incendi.

    Prevenzione incendi

    Documentazione tecnica

    1. Nuovo Testo Unico Prevenzione Incendi (draft aprile 2014, non ancora in vigore)

    Il  documento nasce con l’obiettivo di inquadrare in un unico testo organico e sistematico le disposizioni di prevenzione incendi applicabili a tutte le attività soggette ai controlli dei Vigili del fuoco, fornendo strumenti di progettazione semplici, versatili ed accettati a livello internazionale, in grado di individuare le soluzioni tecniche necessarie.

    Il progetto inoltre e composto anche da un secondo documento che, in forma di testo unico prevenzione incendi ricognitivo, prevede l’armonizzazione e semplificazione delle norme antincendio sulla complessa materia del trasporto, della distribuzione e dell’utilizzo di gas e liquidi infiammabili o combustibili.

    Ai fini dell’attuazione, il documento si tradurrà in un decreto ministeriale che, a legislazione vigente, conterrà pochi articoli e una serie di allegati tecnici.

    2. Relazione di accompagnamento al Nuovo Testo Unico Prevenzione Incendi

    3. Riordino e aggiornamento delle norme di buona tecnica antincendio (strategie e livelli di prestazioni flessibili e proporzionati alla complessità delle attività)

    4. La nuova prevenzione incendi: l’evoluzione del CPI, il documento è la relazione dell’ing. Emanuele Gissi, direttore vice dirigente del Comando dei Vigili del Fuoco di Genova, tenuta nel febbraio del 2012 e pubblicata in origine sul sito dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Genova

    Video, News e Aggiornamenti

    Questa sezione fornisce un feed di notizie aggiornato con tutte le informazioni e le news relative al Nuovo Testo Unico Prevenzione Incendi. Per accedere al Feed di Notizie è sufficiente cliccare su questo link in aggiornamento continuo.

    Il video qui sotto è il servizio giornalistico realizzato durante la conferenza stampa di presentazione del progetto

    Altri approfondimenti

    Resistenza al fuoco, analisi della parte I della UNI 11473 (posa in opera e manutenzione serramenti resistenti al fuoco) di Marco Torricelli

    RESTA AGGIORNATO SULLA PREVENZIONE INCENDI, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER: BASTA LASCIARE UNA MAIL!