Simas spa

    7

    Simas spa

    Simas, ceramica sanitaria dal 1955. L’orgoglio del ‘tutto rigorosamente fatto in Italia’

     

    Ogni giorno in prima linea, in un mercato in cui si recita a soggetto, dove occorre essere strateghi veloci, dove è necessario che la struttura aziendale sia il più possibile flessibile. Ffermi nel convincimento che si può lavorare bene solo se c’è rispetto reciproco e forti dell’orgoglio di produrre 100% Made in Italy, afferma Alessandro Scopetti, direttore generale Simas spa, dal 2011 vicepresidente di Confindustria Ceramica (primo a ricoprire tale carica con specifico riferimento ai produttori di ceramica sanitaria) e vicepresidente di Unindustria Lazio con delega all’internazionalizzazione per il quadriennio 2012-2016. Nel 2011 Simas ha ottenuto la licenza d’uso del marchio Ceramics of Italy – promosso da Confindustria Ceramica e legato a requisiti rigorosi – che intende valorizzare il patrimonio storico, culturale e produttivo della tradizione ceramica italiana.

     

    E, se da un lato in Simas c’è la certezza di un vero Made in Italy, dall’altro nella mission della società – che ha sede a Civita Castellana (Viterbo) e dal 1955 produce sanitari in ceramica – vive prepotente la continua evoluzione delle forme per essere competitivi sul mercato italiano ed estero. Da sempre Simas è sinonimo di vitalità e attivismo, a partire da chi ci lavora, tra questi anche i 68 soci della società. Un catalogo prodotti di vasto respiro, che riesce a coprire le esigenze più differenti, mantenendo sempre la stessa eccellente qualità tutta italiana. Dalle serie democratiche al decorato, dagli intramontabili evergreen alle finiture su richiesta, anche in oro, platino e smalto antracite, dalle incursioni nel vintage sino alla riformulazione del “trapezio euclideo” con l’ultima nata Degradè. Quella di Simas è una storia di alta artigianalità e di grande maestria, in perfetta simbiosi con le espressioni del design. Poi, cultura e mecenatismo, dovela teoria si affianca alla pratica, come ad esempio nella sponsorizzazione accademica, sin dalla prima edizione del 2005, ai corsi di alta formazione di Poli.Design – Consorzio del Politecnico di Milano per architetti e progettisti. In prima linea anche negli incontri dove il dibattito e il confronto sul design e il mercato sono all’ordine del giorno, come quello del luglio 2012 a Milano al Circolo della Stampa con giornalisti e clienti che l’ha vista protagonista propositiva insieme con Ceramica Flaminia – caso unico di campagna di comunicazione congiunta –  a tutela del 100% Made in Italy.

     

    Tutto in Simas è rigorosamente lavorato con processo interno: dal colaggio e verniciatura ai tunnel di cottura al sistema di codice a barre, con un percorso che va dalla logistica interna fino alla distribuzione. Grande lavoro di squadra, agenti fidelizzati, puntuale assistenza in fase di prevendita e post vendita. L’azienda è certificata con il sistema qualità aziendale UNI ISO 9001 – 2008 e ambientale UNI-ISO 14001-2004. Il risparmio energetico in SIMAS è all’ordine del giorno da oltre due decenni per ottimizzare l’utilizzo delle risorse in un ciclo produttivo con un impegno energetico pesante (senz’altro fra le prime realtà del distretto di Civita Castellana a essersi mossa in tal senso). Un percorso confermato nel 2010 conla partecipazione al 1°impianto di recupero del gesso esausto del Centro Ceramico Civitonico.

     

    La Storia
    Simas nasce nel 1955 aCivita Castellana dallavolontà di 44 lavoratori in un momento in cui é usuale creare aziende con “capitale di lavoro”. Nel 1961 l’originaria Società Italiana Manufatti Articoli Sanitari acquista il primo forno a tunnel lungo 50 metri e alimentato a gasolio. Nel 1967 ne aggiunge un altro, lungo 70 metri, e passa dalla verniciatura per immersione alla spruzzatura a pistola. Tra il 1972 e il 1978 la struttura cresce ulteriormente: arriva il forno a tunnel di 110 metri, sempre alimentato a gasolio, e si installano catene di trasporto aereo e di essiccamento per ben 7 km. Del 1979 la messa a pieno regime del processo produttivo, dei primi anni Ottanta la meccanizzazione del reparto colaggio, con macchine a bassa pressione, e del reparto verniciatura, con robot di spruzzo. Con gli anni Novanta si completa e in alcuni casi si rinnova la meccanizzazione dei reparti. Nel 2004 da s.r.l. Simas diventa società per azioni e nel 2005 festeggia 50 anni di produzione: un restyling alla sede, uno showroom a Milano –  lo Spazio Simas – per architetti, progettisti e prescrittori con una promoter dedicata, e un insolita ‘agenda_memorandum’ commemorativa. Dagli anni Settanta il design in Simas assume un carattere più incisivo: tra le collaborazioni, quella pluridecennale con la designer Terri Pecora e quella con l’architetto Simone Micheli. Oggi Simas è 68 soci, 118 dipendenti, una rete commerciale che copre il territorio nazionale attraverso il canale dei distributori e l’estero con agenzie e collaboratori.

    Categorie: Arredo bagno

    Contatta l’azienda

    Ediltecnico ti consente di contattare direttamente l’azienda per richiedere, senza alcun impegno, maggiori informazioni, preventivi o per conoscere il rivenditore a te più vicino.

    Destinatario: Simas spa

    Condividi
    Articolo precedenteSika Italia spa
    Prossimo articoloSimex srl