Frappa Edilizia

    5

    Frappa Edilizia

    Da società uninominale a gruppo aziendale leader nel suo settore e all’avanguardia per qualità del prodotto e dei servizi: è questo il percorso di Frappa Edilizia che, dall’anno di fondazione, nel 1972, si è trasformata da classica microimpresa del tessuto economico italiano in strutturata società, punto di riferimento del settore edile, e orientata al futuro.

    Sono gli inizi degli anni Settanta quando Giuseppe Frappa decide di fondare una piccola impresa artigiana che porta il suo nome, con sede a Camino al Tagliamento (Udine). Nata come tante altre realtà negli stessi anni, l’azienda si distingue tuttavia da subito per la qualità del prodotto e per l’attenzione alle esigenze del cliente.

    I lavori eseguiti, sia nelle nuove realizzazioni che nelle ristrutturazioni, fanno guadagnare all’impresa la reputazione di essere seria e affidabile. Lo sviluppo diventa allora la priorità di Frappa, che dopo aver aumentato il proprio giro d’affari e aver investito nell’acquisto di attrezzature e strumenti di lavoro, nel 1998 vede l’ingresso dei due figli, Riccardo e Renato, all’interno della compagine societaria che nello stesso anno cambia ragione sociale trasformandosi in Frappa Edilizia Srl.

    Da quel giorno l’azienda si è contraddistinta per essere un punto di riferimento per l’edilizia intesa in tutte le sue declinazioni: residenziale, commerciale, industriale e pubblica. Con un fatturato pari a circa 13 milioni di euro (dato previsionale 2011), una copertura territoriale in tutto il Nord Italia, l’azienda friulana non si spaventa di fronte alla congiuntura avversa e, anzi, mette a segno nuovi investimenti e si prepara ad affrontare le sfide del futuro grazie all’apporto di 65 addetti fra dipendenti diretti e collaboratori.

    Fra le principali novità dell’azienda, si segnala in primis il presidio sempre più deciso nel mercato delle energie rinnovabili. Frappa Edilizia infatti, da sempre attenta alla diversificazione della propria offerta e alle nuove tecnologie, ha allargato il proprio campo d’azione ed è diventata punto di riferimento in Friuli Venezia Giulia, e non solo, nella realizzazione di centrali a biomasse.

    La filosofia aziendale: nel segno della perfezione
    Al centro dell’azione di Frappa, per qualsiasi committente o opera da realizzare, c’è la qualità. Una qualità che viene intesa non solo come perfezione del prodotto finito, ma anche come attenzione estrema a esigenze e desideri del cliente, sicurezza e precisione nelle fasi di progettazione e realizzazione, responsabilità e cura nella fase che segue la consegna.

    L’azienda si distingue inoltre per aver ottenuto importanti certificazioni, tra cui il Certificato del Sistema di Gestione per la Qualità conforme alla norma ISO 9001:2008, rilasciato sia dall’ente certificatore italiano CISQ/RINA, sia dall’ente internazionale IQNET e l’Attestazione per la qualificazione all’esecuzione dei lavori pubblici, detta Attestazione SOA per le categorie OG1, OG3, OG6 (lavori civili e industriali, strade e autostrade e opere fognarie).

    L’azienda aderisce infine al codice etico dei costruttori italiani (ANCE) ed è in procinto di ottenere la certificazione internazionale OHSAS 18001, che attesta lo standard internazionale per un sistema di gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori. Frappa ha infatti investito e continua a investire molto in termini di “cultura” della sicurezza.

    Tutte queste accortezze garantiscono una partnership totale con il cliente per il quale Frappa non è semplicemente un “fornitore”, ma bensì un collaboratore con il quale c’è una sinergia assoluta per raggiungere il miglior risultato possibile.

    Proprio per questo la società di Camino da tempo ormai ha intrapreso una politica illuminata: da un lato ha investito in strumenti di lavoro sempre più efficaci e all’avanguardia – sistemi gps, automezzi, autotreni, ruspe, escavatori, carrelli, container –; dall’altro ha garantito che la forza lavoro fosse sempre preparata, puntuale, responsabile come se l’azienda fosse di proprietà del singolo dipendente. E la massima fiducia nei collaboratori scelti fa sì che il prodotto finito sia davvero rispondente al principio di qualità totale che Frappa ha sempre posto come primo obiettivo del suo operato. Per questo nel 2010 l’azienda si è guadagnata la Medaglia d’Oro e il Diploma di Benemerenza da parte della Camera di Commercio di Udine per l’imprenditorialità nel settore industriale.

    Frappa garantisce in prima persona il proprio lavoro commercializzando direttamente le proprie opere realizzate. L’azienda infatti possiede anche due società immobiliari che propongono senza intermediari le iniziative concretizzate dalla società.

    L’offerta Frappa. per costruire il futuro
    Frappa è nata come piccola impresa artigianale di costruzioni residenziali. Una passione che ancora viene coltivata nonostante il raggio d’azione della società si sia ampliato a dismisura e vada dall’edilizia pubblica a quella commerciale e industriale, dalla costruzione di impianti sportivi e centri commerciali alla ristrutturazione dell’antico patrimonio edilizio, senza tralasciare opere stradali e di urbanizzazione. Oggi l’azienda ha inoltre acquisito la capacità di realizzare opere chiavi in mano, dalla progettazione all’esecuzione di ogni particolare tecnico e cura degli adempimenti di legge, seguendo tutti i passi dell’iter burocratico.  

    E le grandi opere sono diventate parte integrante del Dna di Frappa che solo in Regione ha partecipato alla realizzazione di due delle strutture più pubblicizzate degli ultimi anni: la prima è l’Outlet Village di Palmanova, inaugurato nel 2008 e si sviluppa su una superficie di oltre 110.000 metri quadrati: una vera cittadella commerciale con strade, aree pedonali e ampi parcheggi. Tracciamenti, movimenti terra, fondazioni, opere fognarie, opere stradali e di urbanizzazione, aree verdi, recinzioni, finiture esterne, predisposizioni per impianti e opere edili in genere sono stati realizzati in soli tredici mesi.

    La seconda struttura è la vetreria Sangalli, che trova posto all’interno della Zona Industriale Aussa Corno di San Giorgio di Nogaro. Lo stabilimento industriale, al cui taglio del nastro, a giugno di quest’anno, hanno partecipato le massime autorità regionali, è stato realizzato in venti mesi per una superficie totale di 200.000 metri quadrati in cui Frappa ha eseguito molte delle opere ingegneristiche. Per dare alcuni numeri: 20.000 sono i metri cubi di calcestruzzo gettato.

    E la corsa verso il futuro non si ferma, la società di Camino è stata la prima in regione a intravedere le possibilità di successo degli impianti per la produzione di energia elettrica derivante dalla fermentazione di biomasse. Sono già dodici gli impianti biogas realizzati e  si prevede un interessante portafoglio per il 2012. Opere realizzate con tecniche rispettose dell’ambiente e che vanno a braccetto con la tecnologia successivamente installata nelle strutture.

    Categorie: Imprese edili

    Contatta l’azienda

    Ediltecnico ti consente di contattare direttamente l’azienda per richiedere, senza alcun impegno, maggiori informazioni, preventivi o per conoscere il rivenditore a te più vicino.

    Destinatario: Frappa Edilizia

    Condividi
    Articolo precedenteFornasarig
    Prossimo articoloFratelli Mariani Spa