Francesco De Maio

    0

    Francesco De Maio

    In una lunga storia ceramica, come quella vietrese, dove vive una tradizione antica di quattro secoli, c’è sempre qualcosa di nuovo ed emozionante da conoscere. Le collezioni ceramiche nascono dalla volontà di evocare le decorazioni dei tempi trascorsi, a volte anche con personali reinterpretazioni. Un tempo difatti, le belle riggiole (termine dialettale napoletano, che indica le piastrelle) arricchivano solo le ville patrizie, le chiese ed i monasteri laddove divenivano gli aspetti più particolari, i dettagli della decorazione nell’architettura domestica.
    Il gusto ricercato e la fantasia odierna ridanno un ruolo di nuove protagoniste alle riggiole, negli smalti e nelle tecniche delle decorazioni, che sono rappresentate come motivi atemporali, classici di sempre, importanti finiture d’arredo delle belle dimore. Così il nostro sogno rimane di creare giardini incantati nelle case, impiegando la vastissima e variopinta gamma dei nostri bei fiori a cui manca solo il profumo… Siamo a Vietri sul Mare, nel cuore della Costiera Amalfitana.
    Qui, tra scorci di tramonti che mozzano il fiato, dove il paesaggio è la conferma di uno stretto rapporto ancora esistente tra la natura del luogo e i suoi abitanti, è possibile cogliere intatto il patrimonio di un antichissima tradizione di arte ceramica. La vicinanza storica con la Repubblica Marinara di Amalfi e l’influsso importante di culture provenienti dal bacino del Mare Nostrum, hanno contribuito nei secoli a rendere affascinante la produzione artistica di ceramiche, come testimoniano resti che risalgono al Medioevo. Un tesoro artistico che è vivo tuttora e continua a ispirare, con i suoi motivi latini, bizantini, arabi, rinascimentali e barocchi, le forme e le decorazioni della produzione ceramica attuale.
    Nel rispetto di questa eredità culturale, la Ceramica di Francesco De Maio, generazione dopo generazione, opera da quattro secoli nel settore ceramico con una produzione di incomparabile preziosità, tra cui le “riggiole”: splendidi cotti dalle caldissime colorazioni prodotti con argille chiare di cave vicino a Vietri e con tecniche ancora manuali di decorazione.
    Punto di partenza di tutta la produzione Francesco De Maio è il patrimonio, ricco di forme, colori e sapienza, della tradizionale lavorazione delle ceramiche vietresi. I decori vengono ancora eseguiti a mano sullo smalto Bianco Vietri quando il materiale è ancora crudo, sottolineando così la misura squisitamente umana che è dato cogliere nel prodotto finito. Pennellato a mano : con grossi pennelli il colore viene distribuito uniformemente sulla piastrella. Caratteristiche sono le striature con tonalità di colore sempre diverse. Spugnato a mano : è un’altra tecnica per distribuire il colore a tinta unita.
    Una curiosità: si esegue con vere spugne di mare che donano alla piastrella una colorazione più diafana rispetto alla resa del pennellato. Serigrafia a mano : è una delle tecniche più semplici. Attraverso una trama di seta con l’impressione del disegno da realizzare, il colore viene fatto filtrare sulla piastrella con una spatola. Si distingue dal decorato a mano per la compattezza della superficie del colore. Stampa a mano: è la tecnica antesignana della serigrafia. La sagoma del disegno viene impressa sulla piastrella distribuendo il colore con un pennello, attraverso una mascherina poggiata sulle piastrelle. Decorazione a mano libera : è questa la tecnica più complessa e preziosa.
    I maestri decoratori campiscono i contorni del disegno, i filetti, che possono essere realizzati sia in serigrafia sia con una polvere di carbone, che scompare durante la cottura.

    Categorie: Arredo interni

    Contatta l’azienda

    Ediltecnico ti consente di contattare direttamente l’azienda per richiedere, senza alcun impegno, maggiori informazioni, preventivi o per conoscere il rivenditore a te più vicino.

    Destinatario: Francesco De Maio

    Condividi
    Articolo precedenteFornasarig
    Prossimo articoloFratelli Mariani Spa