Fornaci Calce Grigolin Spa

    5

    Fornaci Calce Grigolin Spa

    Fornaci Calce Grigolin: oltre 50 anni di storia nella calce. A Ponte della Priula, sulle rive del fiume Piave, negli anni ’50 Giobatta Grigolin dà il via alla sua avventura imprenditoriale in un’area di radicata tradizione nella produzione della calce.

     

    Sopravvissuto alla campagna di Russia, investe i risparmi in un vecchio camion americano e con questo comincia a trasportare segatura e sassi di fiume: combustibile e materia prima per i forni da calce che sorgevano lungo l’alveo del fiume.

     

    Da allora, la sua forza morale, le sue intuizioni e la sua generosità sono stati sempre un esempio per tutta la famiglia, che ha accolto con orgoglio la splendida eredità.


    Il primo forno per la calce Grigolin entra in funzione nel 1963 e dopo soli tre anni la produzione viene triplicata. Lo sviluppo che ne consegue trasforma la piccola azienda di famiglia in una importante realtà dell’industria italiana.

     

    Le tappe dello sviluppo dell’azienda Fornaci Calce Grigolin sono:

    • Fine anni 80: inizia la produzione di intonaci e malte;
    • 1995 – Stabilimento Ponte della Priula (TV)
      • Malte ed intonaci
      • Massetti autolivellanti
      • 2000: ricerca, sviluppo e produzione prodotti tecnologici;
      • 2001 Stabilimento Medesano (PR)
        • Rasanti e colle
        • 2002 – Stabilimento Bosco Marengo (AL)
          • Malte speciali per risanamento muratura
          • 2003 – Stabilimento Ettlingen – D
            • Apprendimento del know-how della Germania;
            • Rivestimenti a cappotto e pitture
            • 2004 – Stabilimento Borgoricco (PD) e Colleferro (ROMA)
            • 2005: nuovo colorificio a Zandobbio (PR).
            • 2006 – Stabilimento Zandobbio (BG)
              • Malte Tecniche
              • 2008 – Stabilimento Nuvolera (BS)
              • 2012 – 3° Forno calce Ponte della Priula (TV)

     

    • Gruppo Grigolin: integrazione a monte e a valle;

     

    Nel corso della sua lunga storia, il Gruppo Grigolin ha sempre puntato a completare la propria organizzazione con tutte le tecnologie necessarie per poter offrire al mercato edile una gamma completa di soluzioni per massimizzare il risultato.

     

    Lo sviluppo del Gruppo è avvenuto in tempi rapidi attraverso l’acquisizione di importanti aziende specializzate in vari settori.

     

    Le tappe fondamentali dell’espansione sono state le seguenti:
    1963 – Costruzione del primo forno per la calce
    1966 – Inizia la diversificazione delle attività. Viene realizzato un piccolo impianto di lavaggio e selezione della ghiaia. Vengono costruite altre due fornaci a quattro bocche. La capacità produttiva diventa di 130 quintali al giorno.
    1975 – Roberto e Maurizio Grigolin affiancano il padre in azienda.
    1977 – Viene acquisita l’azienda Superbeton, che consente di entrare nel settore dei calcestruzzi preconfezionati.
    1978 – A soli 56 anni Giobatta Grigolin viene a mancare, ma Roberto e Maurizio, nel frattempo cresciuti imprenditorialmente, assumono con successo la gestione dell’azienda.
    1980 – Con l’ingresso di Valerio, il terzogenito, l’azienda viene organizzata e si struttura come gruppo: ognuno assume ruoli e competenze precise.
    1982 – Superata la crisi economica degli anni ’70, l’azienda assume il controllo di Italghiaia, azienda specializzata nella produzione di conglomerati bituminosi.
    Valerio Grigolin iniziò a guidare il settore degli asfalti.

     

    Il disegno imprenditoriale, iniziato da Giobatta e perseguito con determinazione dai figli, diventa a questo punto una realtà.
    La sinergia ottenuta dalla diversificazione delle attività dà inizio ad un processo di crescita importante.


    1983 – Un altro dolore segna la famiglia Grigolin: muore, appena ventitreenne, Valerio che aveva dimostrato grandi capacità imprenditoriali. Sarà Renato, l’ultimo dei quattro figli, qualche anno dopo, a seguire lo sviluppo del settore asfalti.


    1990-1997 – E’ un periodo di numerose acquisizioni e di nuove attività intraprese sia nel settore dei calcestruzzi sia nel settore dei conglomerati bituminosi.
    Vengono anche rilevate aziende di costruzioni stradali e generali tecnologicamente all’avanguardia per potersi espandere anche in questo mercato.
    Poi con l’acquisizione dell’azienda Tesi System, il gruppo entra anche nel settore dei prefabbricati.
    Infine, si concretizza il progetto di espansione geografica con l’acquisto di un’azienda di Ferrara con impianti di asfalti e calcestruzzi.


    1998 – oggi – Il Gruppo ha sviluppato e consolidato le proprie attività sfruttando le sinergie costruite negli anni ed oggi è un gruppo con oltre X00 milioni di euro (€) di fatturato, oltre X00 dipendenti, più di 88 unità produttive e oltre 850 automezzi.

     

    L’azienda è diventata così il fulcro di un moderno gruppo industriale, leader di settore, che riesce ad esprimere il suo valore attraverso:
    –          grandi sistemi di sinergie;
    –          diversificazione e verticalizzazione dei settori produttivi;
    –          sviluppo tecnologico e ricerca applicata;
    –          continua attenzione ai valori dell’ambiente.


    Tutto ciò ha consentito di ottenere un mix imprenditoriale dove evoluzione e competizione sintetizzano la filosofia dell’azienda.


    Attenzione all’ambiente
    L’azienda ha sempre rivolto, nella sua lunga storia, massima attenzione all’ambiente curando ogni dettaglio della propria attività.
    L’estrazione delle materie prime dalle cave di proprietà, il loro trasporto effettuato con mezzi propri, i vari processi produttivi effettuati negli stabilimenti sono tutti rigorosamente controllati per ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente.
    In particolare, sono state definite delle politiche di estrazione equilibrata ed un’attività di intervento per il rinverdimento delle cave.
    Inoltre, nella produzione della calce il processo è automatizzato e i controlli sulle emissioni sono eseguiti con il continuo monitoraggio da parte delle autorità preposte.


    Ricerca e innovazione
    Fornaci Calce Grigolin è in continuo sviluppo grazie alla costante ricerca di nuove soluzioni di prodotto e di nuovi sistemi costruttivi.
    L’azienda può vantare un’offerta di prodotti tra le più complete e vaste che ci siano sul mercato dell’edilizia. Questo consente di garantire la massima compatibilità tra i prodotti in quanto sono il frutto della ricerca volta ad ottimizzare il risultato.ù
    Nei laboratori centrali in Italia e in Germania vengono sviluppati tutti i nuovi prodotti, inoltre i laboratori di tutti gli stabilimenti si occupano di verificare la produzione per garantire un elevato livello di qualità dei prodotti.
    Nel colorificio di Medesano, la ricerca e l’innovazione sono gli elementi che caratterizzano il lavoro di ogni giorno, infatti la produzione è direttamente collegata con il laboratorio dove vengono formulati i colori.


    Tecnologie di produzione:
    Fornaci Calce Grigolin opera da oltre 50 anni al fine di garantire alla clientela una gamma completa di prodotti.

     

    Le peculiarità che contraddistinguono la produzione di Fornaci Calce Grigolin sono: 

      • Impianti moderni ad alta produttività e a ciclo continuo
      • Ciclo produttivo della calce che, grazie all’impiego, come combustibile di segatura di legno, è considerato a impatto zero per quanto riguarda il protocollo di Kyoto
      • Elevata disponibilità di giacimenti propri di materia prima calcarea di elevata qualità e omogeneità
      • Elevata capacità di stoccaggio del prodotto finite
      • Trasporto e servizio efficiente con mezzi propri
      • Laboratorio chimico interno e certificazioni secondo la normativa vigente UNI EN 459 


    Conservare il passato, costruire il futuro
    Fornaci Calce Grigolin S.p.A. è oggi una delle realtà più importanti a livello italiano ed internazionale nel settore dei materiali e delle tecnologie per l’edilizia.

     

    Vanta cinquant’anni di esperienza, maturata in cantiere e nei laboratori di ricerca e sviluppo, e guarda al futuro in un’ottica di evoluzione continua. Nel 1963 entra in funzione il primo forno Grigolin con una produzione giornaliera di 10 tonnellate, a cui si aggiungono altri due forni nel 1964 e nel 1966. Nell’anno 1983 viene aggiunto il quarto forno con una produzione giornaliera di 50 tonnellate.

     

    Nel 1991 entra in funzione un nuovo forno da 300 t giornaliere, gestito 24 ore su 24 da un sofisticata centrale computerizzata; al quale ne viene affiancato un secondo nel 1995 con la stessa capacità produttiva. Nello stesso periodo si inizia ad usare la segatura come combustibile in sostituzione del metano mediante una cottura a fiamma dolce della calce, ottenendo, in questo modo, il brevetto dal ministro dell’industria. L’anno 2012 ha segnato l’entrata in funzione del nuovo forno Maerz da 400 t al giorno, un impianto tecnologicamente avanzato che, oltre ad essere ad alta compatibilità ambientale, porta la produzione giornaliera complessiva a 1.000 t giornaliere ampliando la produzione anche alla calce magnesiaca.

    Categorie:

    Contatta l’azienda

    Ediltecnico ti consente di contattare direttamente l’azienda per richiedere, senza alcun impegno, maggiori informazioni, preventivi o per conoscere il rivenditore a te più vicino.

    Destinatario: Fornaci Calce Grigolin Spa