Catasto fabbricati rurali, ecco come si presenta la domanda

L’Agenzia del Territorio ha pubblicato alcuni giorni fa il comunicato, previsto dal Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 26 luglio 2012, che stabilisce le modalità di presentazione agli Uffici provinciali delle domande e delle autocertificazioni  per l’inserimento negli atti catastali del requisito di ruralità, da presentarsi entro il 30 settembre prossimo (vedi anche “Fabbricati rurali, ecco le modalità per l’iscrizione a catasto“).

L’Agenzia precisa nel comunicato che  la domanda di variazione può essere presentata all’Ufficio provinciale competente per territorio, unitamente ad una o più autocertificazioni con firma autenticata, redatte su modelli conformi agli allegati A, B e C del predetto decreto, oltre ad ogni altro documento ritenuto utile.

La domanda può essere effettuata direttamente dal titolare dei diritti reali sui fabbricati o tramite soggetti incaricati, individuati fra i professionisti abilitati alla redazione degli atti di aggiornamento del catasto terreni ed edilizio urbano, oppure tramite le Associazioni di categoria degli agricoltori.

È disponibile sul sito web dell’Agenzia del territorio (www.agenziaterritorio.it) una specifica applicazione, che consente la compilazione della domanda e la stampa con uno specifico codice identificativo a conferma dell’avvenuta acquisizione a sistema dei dati contenuti nella domanda di ruralità.

Nei giorni scorsi è stata inoltre emanata la circolare n. 2 con la quale sono forniti chiarimenti in merito al censimento dei fabbricati rurali, in particolare sulla  presentazione e la registrazione negli atti catastali della sussistenza dei requisiti di ruralità.

Nel documento sono stabilite le regole per le modalità di dichiarazione dei fabbricati rurali, censiti solo al Catasto Terreni, entro la scadenza del 30 novembre 2012, con procedura Docfa.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento