Fabbricati rurali, ecco le modalità per l’iscrizione a catasto

Si attende solo l’ufficialità della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ma è già pronto il decreto del 26 luglio 2012 del Ministero dell’economia che illustra le modalità per effettuare l’inserimento al catasto dei requisiti di ruralità dei fabbricati. Ricordiamo che la domanda per per attribuire la natura di fabbricato rurale al catasto è stato prorogato al 30 settembre 2012 (leggi anche Spending Review. Variazione al catasto: proroga per fabbricati rurali).

La domanda per l’attestazione di fabbricato rurale è da presentare all’Agenzia del Territorio: è utile per l’attribuzione, ai fini dell’esenzione dell’Ici applicata fino al 31 dicembre 2011, della ruralità agli immobili a uso abitativo – categoria A/6 – e della categoria D/10 agli immobili strumentali all’attività agricola.

Il nuovo decreto del Ministero delle finanze sostituisce il decreto 14 settembre 2011, rendendo operativo quanto stabilito all’art. 13, comma 14-bis del Decreto Salva Italia (d.l. 201/2011). La modulistica necessaria alla richiesta è allegata al decreto del MEF, mentre una successiva circolare dell’Agenzia del Territorio fornirà nuovi chiarimenti.

In caso di mancato riconoscimento da parte dell’Agenzia del Territorio del requisito di ruralità deve essere accompagnato da motivazione scritta, ma il provvedimento può essere impugnato dal richiedente davanti alla Commissione tributaria della provincia.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento