Riforma del lavoro 2012, analisi dei contenuti del decreto

Proponiamo per i lettori di Ediltecnico.it una sintesi dei contenuti della Riforma del lavoro Fornero in vigore dal 18 luglio 2012, che costituisce una valida aggiunta alla circolare esplicativa del Ministero del lavoro pubblicata oggi (leggi per approfondire Riforma del lavoro Fornero, prima Circolare con indicazioni operative). Il testo di sintesi è stato preparato dalla Confindustria e illustrato il 10 luglio scorso.

Ricordiamo che, tra le novità di spicco, vi sono i cambiamenti ai contratti a tempo determinato e all’apprendistato. I margini di libertà di utilizzo del lavoro a progetto, inoltre, sono stati ridotti e ugualmente  ridotte anche le possibilità di utilizzo della Partita Iva, anche se alla fine dei conti, molti professionisti sono esclusi dai cambiamenti della Riforma (leggi anche Riforma del lavoro Fornero, cosa succede alla Partita Iva).

Novità anche sui Tirocini Formativi e per i co.co.pro. Per quanto riguarda la cassa integrazione, tema scottante e interessantissimo per le imprese edili:
– CIG e CIGS restano nei settori in cui già sono previste;
– per i settori privi di cassa integrazione, la Riforma del lavoro obbliga alla creazione di Fondi di solidarietà bilaterali.

Il documento di sintesi commenta tutte le fattispecie previste dalla Riforma Fornero, che saranno poi oggetto di specifici approfondimenti nei prossimi giorni da parte della redazione di Ediltecnico.it.

Testo di sintesi della Riforma del lavoro 2012 Fornero

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento