Morti Bianche in diminuzione nel 2011, lo dice il Rapporto Inail

Tra tante brutte notizie, ogni tanto ne arriva qualcuna perlomeno incoraggiante: nel corso del 2011 gli infortuni sul lavoro e le morti bianche sono calate del 5,4% rispetto alla rilevazione precedente. A confermarlo è stato il presidente dell’Inail De Felice, durante la presentazione del Rapporto Inail 2011 a Montecitorio (leggi la relazione di De Felice).

Secondo le rilevazioni effettuate al 31 marzo 2012, lo scorso anno sono stati 725.174 gli infortuni denunciati all’Istituto, per un calo del 6,6% rispetto ai 776.099 del 2010. Come dicevamo, in flessione del 5,4% anche i casi mortali, passati da 973 a 920. In generale, dunque, rispetto al 2010 si sono verificati 51mila infortuni in meno e da due anni il numero dei decessi rimane ben al di sotto dei mille casi.

La diminuzione del 6,6% del totale degli infortuni è una media del calo che ha riguardato sia gli infortuni in occasione di lavoro (i casi che avvengono nell’esercizio effettivo dell’attività) che quelli in itinere (che accadono al di fuori del luogo di lavoro, durante il percorso casa/lavoro/casa).

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento