Conergy Complete 200 certificato, per la tariffa del quarto conto energia

Conergy Complete 200, il sistema sviluppato per consentire l’integrazione diretta di moduli fotovoltaici senza cornice direttamente nel rivestimento del tetto, ha ottenuto la certificazione per la quale gli utenti che lo utilizzeranno potranno accedere agli incentivi governativi stabiliti dal quarto conto energia.

Nel vecchio conto energia vi erano tre classi di impianti in base al loro grado di integrazione architettonica, non integrati, parzialmente integrati e integrati, alle quali corrispondevano altrettante tariffe diverse di incentivi. Oggi il quarto Conto Energia 2011-2013 classifica gli impianti fotovoltaici in cinque tipologie differenti, fra le quali gli impianti “con caratteristiche innovative integrati negli edifici” (leggi anche Fotovoltaico integrato innovativo, online il catalogo del GSE).

La nuova soluzione integrata Conergy Complete 200 montata su tetto rientra appieno nei parametri di questa tipologia di impianti incentivati. Ricalca la forma delle tegole tradizionali e – grazie alle guarnizioni e ai profili che fungono da grondaia per l’acqua piovana – assicura un’ottima resa dell’installazione, oltre alla  impermeabilità e alla perfetta resistenza a pioggia, vento, neve e grandine. Garantisce inoltre il più alto rendimento possibile ed è equipaggiata con un efficiente sistema di ventilazione aerodinamico e con una funzione in grado di ottimizzare le caratteristiche a basso irraggiamento. Può essere infine progettata attraverso un software che permette di valutare e calcolare tutte le caratteristiche dell’impianto.

Conergy Complete 200 è la miglior soluzione per clienti per i quali l’aspetto estetico è importante, a cui piace pensare che il proprio tetto possieda un sistema fotovoltaico; gli stessi che vogliono avere la garanzia di poter vivere serenamente e all’asciutto per 20 anni, contando per altro su un alto rendimento.

Conergy sviluppa e produce i sistemi solari Conergy Complete in conformità con i massimi standard di qualità. Il rispetto di tali norme è garantito internamente da processi uniformi, che sono verificati e certificati da istituti esterni come il TÜV.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento