FAAC presenta la nuova barriera oleodinamica 24VDC ad alte prestazioni
FAAC presenta la nuova barriera oleodinamica 24VDC ad alte prestazioni

FAAC, importante azienda italiana del campo dell’automazione dei cancelli, rafforza la propria presenza nel mercato delle barriere per il controllo degli accessi veicolari con la realizzazione di un nuovo modello ad alte prestazioni in tecnologia Hybrid (operatore oleodinamico più motore elettrico DC brushless a 24 volt). Denominata B680H, la nuova barriera si caratterizza per la lunga vita operativa, l’alta velocità di apertura unita a totale sicurezza, l’elevata flessibilità applicativa, i segnalatori luminosi integrati e un design moderno che facilita gli eventuali interventi di riparazione. Queste caratteristiche rendono la barriera B680H adatta a una grande varietà di applicazioni, dall’abitazione civile fino al casello autostradale.

Grazie alle caratteristiche della tecnologia Hybrid (tra cui l’uso di un motore elettrico in bagno d’olio), la barriera B680H offre una vita operativa di oltre due milioni di cicli di apertura/chiusura in condizioni di utilizzo continuo (duty cycle 100%). La molla di bilanciamento è progettata per una durata superiore a due milioni di cicli e quindi non necessita di sostituzione periodica.

L’elevata velocità di movimento della sbarra, regolabile elettronicamente, consente di ottenere tempi di apertura molto brevi: meno di 1,5 secondi per sbarre di 2,3 metri, meno di 6 secondi per sbarre di 8,3 metri. Queste prestazioni non vanno a scapito della sicurezza, poiché – grazie a un encoder assoluto integrato – la barriera è dotata della funzione di inversione su ostacolo. Ciò consente di ottenere anche una curva d’impatto conforme alle norme per i passaggi pedonali.

Oltre alla velocità regolabile, altri accorgimenti progettuali rendono la barriera B680H facilmente adattabile a numerose applicazioni: le configurazioni “sinistra” e “destra” si ottengono con un’unica versione semplicemente collocando la molla di bilanciamento sul lato opportuno, mentre la sbarra componibile può essere facilmente prolungata per controllare varchi di larghezza compresa tra due e otto metri. Questa flessibilità applicativa risponde anche alle esigenze dei rivenditori e degli installatori, poiché elimina la necessità di tenere a magazzino molte versioni diverse.

La barriera, inoltre, è facilmente visibile in qualunque condizione ambientale grazie a un lampeggiante semaforico rosso/verde integrato nella parte fissa (non sporgente, quindi antivandalico) e a una striscia di led incorporata nella sbarra.
Grande attenzione è stata dedicata anche al design, con finalità estetiche e pratiche. La base fissa, infatti, ha una struttura portante interna ed è dotata di un cofano esterno – disponibile in quattro diversi colori oltre alla versione inox – che svolge solo la funzione di involucro protettivo. In caso di danneggiamenti, il cofano può essere facilmente sostituito.

L’energia elettrica è fornita da un alimentatore switching ad alta efficienza che accetta in ingresso tensioni comprese tra 100 Vac e 240 Vac ed è immune a eventuali sbalzi di rete. Installando il modulo XBAT 24 (batterie ad alte prestazioni al Nichel-Metal Idruro), comprensivo di caricabatterie, è possibile garantire il funzionamento della B680H anche in assenza di alimentazione primaria. La scheda elettronica a microprocessore E680 garantisce l’integrazione della B680H in sistemi di gestione complessi, grazie a numerose uscite ed ingressi programmabili e a un connettore per moduli GSM, Ethernet e Wi-Fi. Due loop detector integrati ad alta sensibilità permettono di contenere i costi di sistema.

Per informazioni
www.faacgroup.com

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento