Detrazioni 36%, 50% e 55%: ecco la procedura da seguire
Maggioli Editore


Detrazioni 36%, 50% e 55%: ecco la procedura da seguire

Detrazioni 36%, 50% e 55%: ecco la procedura da seguire

In attesa della pubblicazione del decreto Crescita che conterrà la proroga e le modifiche alle detrazioni fiscali del 36% e 55%, facciamo un breve e utile riepilogo secondo le ultime indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate (vedi “Ristrutturazioni, le regole delle detrazioni 50%“).

Con la circolare 19/E  non è più obbligatoria per gli interventi di cui si chiede la detrazione del 36% (e anche del 50%) la comunicazione da spedire al centro operativo di Pescara dell’Agenzia delle Entrate, ma vanno inseriti nell’Unico e nel 730  i dati catastali relativi all’immobile.  L’abolizione vale per gli interventi realizzati prima e dopo il 14 maggio 2011.

Resta invariato l’obbligo per gli interventi di cui si fa richiesta del bonus del 55% (ridotto al 50% dal 1° gennaio al 30 giugno 2013) di invio dell’documentazione all’Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Sempre con la circolare 19/E è stato abolito  l’obbligo di indicare distintamente il costo della manodopera nelle fatture per gli interventi di ristrutturazione edilizia (36% e 50%) e riqualificazione e risparmio energetico (55%) prima e dopo il 14 maggio 2011.

Novità anche per l’autocertificazione che, secondo quanto stabilito dalle Entrate, serve solo per l’attività edilizia libera.

Con la risoluzione 55/E l’Agenzia delle Entrate ha stabilito che per poter beneficiare dei bonus del 36%, 50% e 55% il pagamento delle spese deve essere effettuato tramite un bonifico nel quale siano indicati:

- causale del versamento;

- codice fiscale del beneficiario della detrazione – partita iva o codice fiscale del destinatario del bonifico.

 Detrazioni 36%, 50% e 55%: ecco la procedura da seguire



0,00 € 0,00 € Acquista

su www.libreriaprofessionisti.it



17 Commenti per Detrazioni 36%, 50% e 55%: ecco la procedura da seguire

1 2 3
  1. beniamino
    04/07/2013 alle 17:05

    buongiorno ,stò per sostituire i mobili della cucina dopo 22 anni di buon servizio, vorrei usufruire dell’ecobonus per gli elettrodomestici e della detrazione per l’arredo, verrà sostituita anche la porta della cucina, attualmente a battente rendendola scorrevole. Cosa dobbiamo fare per avere questo tipo di agevolazione fiscale? Grazie in anticipo.

  2. Enrico Buttarazzi
    15/12/2013 alle 19:14

    Vorrei installare una stufa tirolese su una villetta, volevo sapere se posso usufruire dell’ecobonus e qual è la procedura da seguire. Grazie Distinti Saluti

  3. giuseppe mainolfi
    15/03/2014 alle 08:33

    Buongiorno,
    sto eseguendo i lavori per ristrutturazione edilizia(detrazione al 50%)ed e’ stata incaricata una sola ditta sia per lavori di muratura che per impianto elettrico, termico e idrico.Ora devo acquistare una termostufa a pellet e poiché la ditta non ha nell’oggetto sociale l’acquisto della termostufa posso provvedere direttamente io all’acquisto con bonifico di ristrutturazione al rivenditore della termostufa?Grazie

  4. Pingback: Decreto Crescita, tutto sulle detrazioni 50% per le ristrutturazioni |

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>



Archivio

Ultimi Articoli


tutti gli articoli in primo piano della redazione di Ediltecnico.it

Fiere ed Eventi

Video dal Web

Il Canale YouTube dei Progettisti seleziona i migliori video dalla rete: interviste, novità, prodotti e tecnologie per i Professionisti Tecnici

Triflex

News dal Network Tecnico




Colophon e ContattiPubblicità su questo sitoTermini e CondizioniElenco dei BloggerLink UtiliMappa del sito