I quattro decreti che sbloccano i crediti che le imprese vantano nei confronti della pubblica amministrazione sono stati presentati dal Ministero dell’economia e delle finanze.

Gli obiettivi del pacchetto sono noti: fornire liquidità alle imprese, rendere semplice per fornitori e debitori il meccanismo della certificazione, superando la frammentazione sul territorio, ridurre il rischio di inerzia della pubblica amministrazione e, infine, favorire una risoluzione per i debiti iscritti a ruolo.

Il pacchetto di interventi si compone di quattro elementi fondamentali, che presentiamo sinteticamente.

Certificazione crediti delle imprese verso la p.a.
Sarà perseguita tramite due decreti: Un decreto del MEF sulla certificazione dei crediti verso le amministrazioni statali e gli enti pubblici nazionali; e un decreto MEF sulla certificazione dei crediti verso enti locali, regioni ed enti del Servizio Sanitario Nazionale, sentita la Conferenza Stato-Regioni.

Compensazione tra crediti e debiti verso la p.a.
Un terzo decreto del istituirà la compensazione dei crediti verso la p.a. con le somme iscritte a ruolo.

Sostegno alle imprese creditrici della p.a.
Il quarto decreto (del Ministero dello sviluppo economico di concerto con quelle dell’economia e delle finanze) prevede l’introduzione di una garanzia diretta sull’anticipazione dei crediti verso la p.a.

Il quarto elemento non è un decreto, ma un accordo tra ABI e Associazioni imprenditoriali per la costituzione di un plafond dedicato alla smobilizzo dei crediti delle imprese verso la p.a.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento