Schneider Electric: domani a EIRE 2012 presenta Green Building Project

È possibile ridurre i costi operativi degli edifici, aumentare il valore degli immobili , accrescerne il tasso di occupazione o il canone di locazione?

Le più recenti ricerche nel settore dicono che ciò è possibile, attraverso un utilizzo efficiente dell’energia. È quindi il momento di decidere come chiedere più efficienza ai propri immobili, aumentandone il “Quoziente di Intelligenza”, attraverso un approccio integrato.

Con questo obiettivo per la prima volta Schneider Electric e altre sette aziende leader nel settore Building hanno dato vita ad un progetto unico nel suo genere, denominato Green Building Project, che verrà presentato in occasione della prossima edizione di EIRE, a Milano il 5-7 giugno 2012.

I prestigiosi marchi coinvolti nell’iniziativa sono: iGuzzini, Habitech, Harley&Dikkinson Finance, Riello, Saint Gobain, Schneider Electric, Gruppo Tosoni e Uniflair.

In un unico stand (K11-K15/L12-L16 Padiglione 01), ai visitatori di EIRE 2012 verrà illustrato come far rendere al massimo l’investimento negli edifici, attraverso il raggiungimento delle migliori prestazioni energetiche e di sostenibilità ambientale.

“L’obiettivo è quello di promuovere un approccio sempre più integrato e sistemico, che vada dalla progettazione del nuovo alla riqualificazione dell’esistente – ha commentato Roberto Gerico VP Building BU di Schneider Electric spa – presentando le soluzioni più innovative per la gestione dell’energia, l’illuminazione, il riscaldamento, i materiali da costruzione, i pavimenti tecnici, le facciate continue, con una attenzione specifica alla certificazione energetica ed ambientale e non ultimo alle diverse opzioni di finanziamento”.

Un approccio “sinergetico” volto sia alla valorizzazione dell’asset, sia alla rendita da locazione, che consente di ottenere il migliore ritorno dall’investimento.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento