Puglia, parte il censimento obbligatorio sull’amianto

È partito il 16 maggio scorso il censimento obbligatorio sull’amianto della Regione Puglia con la pubblicazione sul B.U. regionale della deliberazione n. 676/2012 Piano Regionale Amianto Puglia (PRAP). Avvio censimento amianto. Approvazione Scheda di autonotifica e schema di Convenzione con il .C.F.S.

La mappatura dell’amianto ha lo scopo di evidenziare i siti nei quali è riscontrata la presenza di amianto e materiali che lo contengono. Il censimento dell’amianto permetterà di acquisire i dati e le informazioni necessarie su cui basare i piani di protezione e di risanamento dell’ambiente.

In particolare, tali dati saranno impiegati per la pianificazione regionale e per programmare gli interventi di controllo delle strutture territoriali (come i dipartimenti di prevenzione delle Asl) riguardanti sia il controllo delle condizioni di salubrità ambientale e di sicurezza del lavoro, sia la promozione della bonifica dei siti, che possono rappresentare una fonte di pericolo per i lavoratori e la popolazione in generale.

Il censimento si svolgerà dalla data di pubblicazione della deliberazione n. 676/2012 fino al sessantesimo giorno dalla pubblicazione del Piano Regionale Amianto Puglia (PRAP).

Il censimento obbligatorio avverrà attraverso la forma dell’autonotifica con le seguenti modalità:
a) on-line previo accreditamento e compilazione del format disponibile nella Sezione “Piano Regionale Amianto” del portale ambientale della Regione Puglia;

b) previa compilazione del formato scaricabile dal sito o da ritirare presso il Comune di appartenenza; in tale ipotesi il formato cartaceo, compilato in tutte le sue parti, dovrà essere trasmesso con raccomandata A/R al Servizio Ciclo Rifiuti e Bonifica della Regione Puglia.

In ogni caso sarà reso operativo uno specifico sportello informativo per sostenere gli utenti meno esperti, raggiungibile attraverso un numero verde appositamente attivato.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento