Terremoto Emilia, URSA Insulation si attiva per l’emergenza

URSA Insulation, business unit del gruppo spagnolo URALITA, è profondamente addolorata per quanto avvenuto nelle prime ore della mattina del 20 maggio, in seguito alla forte scossa di terremoto che ha interessato la zona dello stabilimento produttivo italiano in provincia di Ferrara.

Il sisma è stato fatale per uno degli operai, Naouch Tarik, che è rimasto vittima del crollo di una parte del tetto dell’impianto produttivo. Tutti gli altri operai sono salvi.

In questo momento di grande difficoltà e tristezza, URSA esprime profondo cordoglio ai genitori e parenti di Naouch. La nostra priorità è ora essere vicini e dare pieno sostegno alla famiglia del nostro collega, agli altri collaboratori e alla comunità locale. Naouch aveva 29 anni e lavorava per URSA dal 2006.

URSA sta collaborando con le autorità locali al fine di garantire la sicurezza nella zona interessata dal terremoto. Inoltre, l’Azienda si sta adoperando attivamente con le autorità competenti per determinare le esatte circostanze che hanno provocato la perdita del collega durante il terremoto.

Contestualmente,  URSA ha iniziato a valutare tutti i danni materiali subiti e a valutare i tempi utili per la normale ripresa dell’attività dello stabilimento di Bondeno. Siamo in contatto con tutti i nostri interlocutori per mantenere alto il livello di informazione e per assicurare la correttezza di tutte le operazioni in corso.
URSA rilascerà ulteriori dichiarazioni non appena saranno disponibili altre informazioni.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento