Rinnovabili, proroga in vista per l’applicazione degli incentivi?

L’Aula del Senato ha avviato la scorsa settimana la discussione delle mozioni presentate da tutti i gruppi parlamentari, che sollecitano il Governo a dare attuazione al decreto legislativo n. 28 del 2011 con cui l’Italia ha recepito la direttiva comunitaria in tema di incentivi per lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili.

Tra le mozioni, si segnala in particolare la mozione presentata dalla sen. Vicari e da diversi Senatori del PdL e dal sen. Ferrante (PD).

Nello specifico, la mozione impegna il Governo a:
istituire un tavolo di confronto con gli operatori sul tema degli incentivi, finalizzato a calibrare i sistemi di sostegno tenendo conto anche delle ricadute sulla filiera industriale nazionale, sull’ambiente, sul riequilibrio del mix degli approvvigionamenti energetici, sull’occupazione, sulla gestione del territorio, oltre che sulla componente A3 della bolletta elettrica;

– assumere iniziative al fine di garantire una proroga per l’applicazione dei nuovi sistemi incentivanti tale da garantire lo stesso arco temporale tra approvazione dei decreti e l’attivazione delle nuove modalità previste dal decreto legislativo n. 28 del 2011;

– intervenire in tempi rapidi, in esito all’attività del tavolo di confronto, nell’emanazione dei decreti attuativi relativi alla definizione dei nuovi criteri incentivanti per le fonti di energia rinnovabili elettriche (diverse dal fotovoltaico) e termiche.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento