Case fantasma, dal 2013 un nuovo sistema di rilevamento
L’Agenzia del Territorio intende rendere più efficace la caccia alle case fantasma.
Sono quasi 1,2 milioni gli immobili non dichiarati al catasto pari ad un gettito di almeno 400 milioni di euro, scoperti dall’Agenzia nel 2011 (vedi news “Territorio, oltre 1 milione le case fantasma“).
L’attività di rilevazione è stata  condotta attraverso la sovrapposizione alle mappe catastali delle fotografie scattate  dall’alto con gli  aereoplani dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea).
Dopo aver pubblicato le rendite presunte degli immobili non dichiarati (vedi news “Catasto, pubblicate le rendite presunte delle case fantasma“), ora l’Agenzia del territorio è  pronta a potenziare l’attività di rilevazione e sta lavorando per avere immagini anche delle facciate degli edifici, oltre che la vista dall’alto a partire dal 2013.
Il nuovo sistema permetterebbe di eliminare gli immobili senza rilevanza catastale,  senza dover effettuare un accertamento “fisico”.
L’Agenzia vorrebbe, inoltre, con questo nuovo sistema,  mettere tutta la cartografia in rete e renderla disponibile ai cittadini la visura ipocatastale.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento