Entro il 31 marzo gli amministratori condominiali dovranno presentare all’Agenzia delle entrate la comunicazione relativa all’ecobonus 2016 e consegnare a dipendenti, professionisti e fornitori la certificazione unica relativa alle spese del 2016 (CU).

Quest’anno, il condominio, in caso di cessione di credito ai fornitori da parte di condòmini incapienti in quanto ricadenti nella no tax area, deve trasmettere in via telematica:
– il totale della spesa sostenuta nel 2016 per i lavori di riqualificazione energetica su parti comuni; l’elenco dei bonifici effettuati per il pagamento delle spese;
– il codice fiscale dei condòmini che hanno ceduto il credito;
– l’importo del credito ceduto da ciascuno;
– il codice fiscale dei fornitori cessionari del credito;
– l’importo del credito ceduto a ciascuno di essi.

Il condominio deve informare i fornitori dell’avvenuto invio della comunicazione all’Agenzia delle entrate. Se non avviene l’invio della comunicazione, la cessione del credito non vale.

Entro il 31, il condominio deve consegnare anche dipendenti, professionisti (compreso l’amministratore) e fornitori, la certificazione unica riepilogativa delle somme e dei valori corrisposti nel 2016 e delle ritenute fiscali e contributive effettuate.

Cessione credito 2017: manca il Provvedimento delle Entrate

Non è ancora pronto il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che dovrà regolare la modalità di cessione del credito per l’ecobonus sui lavori condominiali ai fornitori e a altri soggetti. Quali i costi? A quali figure si può cedere il credito? Ancora non si sa. Lo stesso vale per il Sismabonus: non c’è il Provvedimento del Direttore delle Entrate.

Il provvedimento dovrebbe ampliare la platea dei soggetti a cui si possono cedere i crediti. Avere la possibilità di non versare il 70 o il 75% (Ecobonus) o il 50, il 75 o l’85% (Sismabonus) degli importi dei lavori all’impresa ha attivato moltissimi amministratori e condomini. Continua a leggere l’articolo.

La Guida delle Entrate (Scaricala qui) illustra regole da seguire per poter accedere al bonus per le ristrutturazioni edilizie e tiene conto delle novità sul tema contenute nella Legge di bilancio 2017. La nuova Guida riporta anche le indicazioni fornite dall’Agenzia in alcuni documenti di prassi emanati recentemente. Continua ad approfondire leggendo Ecobonus e Lavori in condominio: le novità sulla cessione del credito.


Dal web


Gli Speciali

Scrivi un commento