Federcasa, Harpaceas e in2it insieme per contenere i costi degli interventi nell’edilizia residenziale pubblica

Un’importante partnership tra Federcasa, Harpaceas e in2it, è stata siglata con l’obiettivo di aumentare il grado di digitalizzazione degli enti che gestiscono il patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica del Paese.

Si tratta della prima iniziativa, in Italia, per avviare il settore dell’edilizia residenziale pubblica all’utilizzo della metodologia BIM (Building Information Modeling). L’occasione è data dalla presentazione dell’accordo di collaborazione siglato tra Federcasa e le società Harpaceas e in2it, che vuole appunto sensibilizzare gli Enti associati su questo importante tema, nonché presentare i grandi vantaggi derivanti dall’utilizzo di questo sistema. Il BIM, infatti, costituisce un metodo di lavoro basato sulla collaborazione e sullo scambio di informazioni dei vari soggetti coinvolti nella costruzione di un fabbricato, al fine di creare un modello virtuale di ciò che si andrà poi effettivamente a costruire. Questo modello, tridimensionale, serve ad avere una replica fedele dell’edifico, rendendone più semplice la realizzazione, ed evitando errori di cantiere, imperfezioni ed aumento dei costi. Già da tempo, in Italia, vengono acquistati e correntemente utilizzati da professionisti del settore prodotti BIM oriented, ma non c’è stata mai una diffusione consapevole e soprattutto una reale applicazione nel settore dell’edilizia residenziale pubblica, sfruttando ciò che questo innovativo modello offre.

Gli associati di Federcasa svolgono una serie di attività potenzialmente impattabili dalla rivoluzione digitale che il BIM rappresenta, quali ad esempio: il lancio di gare d’appalto per la realizzazione di nuovi immobili e ristrutturazione di immobili esistenti; la Progettazione, Direzione Lavori e il Coordinamento Sicurezza lavori (interna o esternalizzata); la Gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare sia proprio sia appartenente ad altri Enti

L’accordo con Federcasa prevede che Harpaceas e in2it possano organizzare:

  • eventi di tipo informativo sul tema della Digitalizzazione della Commessa basata sull’approccio BIM sia per conto di Federcasa stessa sia per conto degli Enti ad essa associati;
  • affiancamenti del personale degli Enti associati a Federcasa nella sperimentazione della Metodologia BIM su progetti pilota secondo un programma di Pianificazione ed Implementazione BIM

Nell’ambito dei servizi di formazione, Harpaceas/in2it, possono anche:

  • disegnare percorsi formativi “tarati su misura” e coinvolgere, laddove necessario, esperti nazionali ed internazionali per la somministrazione dei corsi in aula;
  • supportare la realizzazione di un sistema di Gestione Tecnica del Patrimonio Immobiliare Gestito (sia per immobili esistenti sia per immobili di nuova costruzione) BIM Based;

L’accordo prevede anche la fornitura, a condizioni economiche agevolate, di un portfolio di software BIM-based, funzionali alla digitalizzazione di una commessa:

  • Allplan Architettura (BIM Authoring per la Progettazione Architettonica)
  • Allplan Ingegneria (BIM Authoring per la Progettazione Strutturale)
  • DDS-CAD (BIM Authoring per la Progettazione Impiantistica Meccanica ed Elettrica MEP)
  • Solibri Model Checker (Model & Code Checking per la Verifica e la Validazione dei Progetti)
  • Allplan Allfa (BIM per Facility Management)
  • Aconex (Project Collaboration e Document Management)
  • Decisyon (Big Data Analytics e Internet of Everything)

La partnership che Federcasa ed Harpaceas/in2it hanno stipulato va proprio nella direzione di aumentare la diffusione di questa metodologia fino a rendere BIM based le procedure tipiche del settore dell’edilizia residenziale pubblica. Il nuovo Codice degli Appalti recentemente approvato prevede infatti che solo le stazioni appaltanti al cui interno sia presente personale “adeguatamente formato” possano prevedere l’utilizzo del BIM nelle gare d’appalto.

Aiutare l’edilizia residenziale pubblica ad abbracciare la trasformazione digitale significa incrementare non solo la qualità del prodotto costruito, e di conseguenza la qualità di vita nei nostri territori e città, ma può risultare un fattore chiave di crescita e innovazione per l’intero sistema economico. – ha affermato il presidente di Federcasa, Luca TalluriPer questo faremo in modo che la collaborazione con Harpaceas e in2it diventi un elemento sistemico per il rilancio del settore, da estendere a livello nazionale”.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento